mercoledì, 1 Dicembre 2021

Bonus INPS fino a 1200 euro al mese, prorogato il Bando Home Care Premium

Di questo autore

Decreto Incarichi: assunzioni 1.000 esperti nella PA

Come annunciato dal Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, sono in arrivo nuove assunzioni. È infatti pronto il Decreto...

Concorso Ufficio del Processo, Formez conferma: slitta la pubblicazione dei punteggi della prova scritta, ecco cosa succede

E' stata confermata l'indiscrezione pubblicata pochi giorni fa dalla nostra Redazione sul Concorso Ufficio del Processo: Formez - difatti...

Concorso Maeci, prove scritte da gennaio per bando 375 amministrativi

Il concorso Maeci da 375 posti da amministrativi ha finalmente un calendario delle prove: si partirà, infatti, a gennaio....

Progetti di Assistenza Domiciliare in favore di utenti dell’INPS Gestione Dipendenti Pubblici non autosufficienti.

Vista la difficoltà di diversi utenti per la presentazione del DSU, la Dichiarazione Unica Sostitutiva che serve per determinare l’ISEE, il bonus di Home Care Premium, (Progetto di Assistenza Domiciliare in favore di utenti dell’INPS Gestione Dipendenti Pubblici non autosufficienti) messo in campo per il solo 2015 in via sperimentaleè stato prorogato fino al 31 Marzo.

Si ricorda che per stabilire la “quantità” del bonus alla quale ogni utente ha diritto, e tendo a precisare che non ci sono limitazioni reddituali, è necessario presentare l’attestazione ISEE ovvero il DSU (si ha diritto al massimo del bonus, 1200 euro al mese, con un valore Isee inferiore agli 8000 euro annui). 

NB: Se il sistema non rileva un ISEE sociosanitario valido, relativa al nucleo familiare, respinge automaticamente la domanda.

Il bonus erogato dall’Inps a tutti i disabili dipendenti o pensionati pubblici, ha una durata di 9 mesi e possono beneficiare dei contributi economici e dei servizi socio assistenziali le seguenti categorie di persone:

•  i dipendenti e i pensionati, utenti dell’INPS Gestione Dipendenti Pubblici –anche per effetto del DM 45/078;
•  laddove i suddetti soggetti siano viventi: i loro coniugi conviventi, i loro familiari di primo grado.

Sono ammessi al beneficio anche i giovani minorenni orfani di dipendenti o pensionati pubblici.

Chi fosse interessato a presentare la domanda può farlo recandosi direttamente alla sede provinciale competente e compilando il modulo scaricabile dal sito dell’INPS tramite registrazione e assegnazione di PIN personale, oppure inviato attraverso un’email certificata (PEC).

E’ possibile anche inviare la documentazione via mail allegando la carta d’identità, tramite raccomandata A/R o via fax.

Ultimi articoli

Decreto Incarichi: assunzioni 1.000 esperti nella PA

Come annunciato dal Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, sono in arrivo nuove assunzioni. È infatti pronto il Decreto...

Potrebbe interessarti anche