mercoledì, 7 Dicembre 2022

Concorso MIUR 304 posti, TAR annulla un quesito e riammette candidato: come aderire al ricorso

Di questo autore

Concorso ANAC: assunzioni per 20 funzionari a tempo indeterminato

E’ indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di un contingente complessivo di personale non...

Concorso Regione Campania, la giunta regionale ha approvato gli atti: tutti i dettagli

Nelle scorse settimane il presidente della regione, Vincenzo De Luca, durante la diretta sui propri canali social, ha annunciato l’arrivo...

Concorsi pubblici in uscita nel 2023: oltre 20mila posti di lavoro

L’anno che ci aspetta sarà ricco di nuovi concorsi pubblici. Quello che si prospetta, infatti, è un inverno che...

Il TAR Lazio ha disposto l’annullamento di un quesito situazionale inserito nei questionari a risposta multipla somministrati nel corso della prova scritta del concorso per 304 unità di personale non dirigenziale presso il Ministero dell’Istruzione.

L’annullamento consentirà al ricorrente, che era stato valutato non idoneo, di poter essere riammesso nella procedura concorsuale attraverso il riesame della sua posizione e la rettifica del punteggio.

Il quesito annullato è il seguente:

Un collaboratore ha da poco avuto una bambina, oltre ai soliti pasticcini in ufficio, mi ha invitato ad una festa a casa sua. Non sono stati invitati anche altri colleghi.

Il TAR ha ritenuto la risposta indicata come maggiormente efficace dall’Amministrazione affetta da manifesta illogicità ed irragionevolezza affermando che, invece, la soluzione più efficace avrebbe dovuto essere la prima opzione: “Ebbene, seguendo un criterio di mera logica e ragionevolezza, la soluzione più opportuna non può che essere la prima, quella scelta dalla ricorrente, giacché la stessa prevede un comportamento onesto e trasparente allo scopo di far comprendere all’ipotetico collaboratore che non estendere l’invito a tutti i colleghi potrebbe causare dissapori all’interno dell’ufficio… È fuori di dubbio, infatti, che la scelta n. 1 sia quella che meglio corrisponde alla definizione di comportamento di tipo proattivo: parlare con il collaboratore ed esplicitargli la problematica è funzionale, in ottica proattiva, ad evitare che la stessa si manifesti e si ripeta in futuro; laddove invece il rifiutare con una scusa è certamente un approccio conservativo che non consente al collaboratore, autore del comportamento inopportuno, di capire il proprio “errore”, con il rischio che lo stesso venga replicato.

Si aprono quindi le porte del TAR per coloro ai quali avendo indicato la prima opzione di risposta non si sono visti riconosciuto il massimo punteggio, costoro potranno adire il Giudice Amministrativo per richiedere l’annullamento del quesito situazionale l’annullamento e, se inidonei, la riammissione nel concorso, mentre se già idonei la rettifica del punteggio nell’ottica di un miglior piazzamento nella futura graduatoria definitiva.

Proprio per i non idonei è, però, imminente la scadenza dei termini per ricorrere. Infatti, il termine di 60 giorni, sospeso per tutto il periodo di agosto, scadrà in data 14 ottobre 2022, da quella data non si potrà più adire il TAR e le posizioni saranno definitivamente consolidate.

Pertanto, chi ha intenzione di adire il TAR per ottenere il riconoscimento del punteggio necessario al raggiungimento della soglia dei 21/30, dovrà necessariamente procedere entro il 14 ottobre, pena la decadenza dal ricorso.

Allo scopo di cercare di fornire una tutela ai candidati che nel corso della prova scritta hanno incontrato il menzionato quesito e che per tale ragione non hanno ottenuto l’idoneità ambita (21/30) o hanno ottenuto un punteggio inferiore rispetto a quello che gli sarebbe spettato con conseguenze negative sul futuro piazzamento definitivo in graduatoria, la nostra Redazione ha contattato l’avv. Riccardo Ferretti, specializzato in Diritto Amministrativo, che ha ottenuto il richiamato provvedimento di accoglimento.

L’avvocato si è messo a disposizione per gli utenti della pagina al fine di assistere chi vorrà proporre ricorso al TAR Lazio per ottenere l’annullamento del quesito ed il riesame della posizione conseguentemente al riconoscimento del punteggio.

Pertanto, chi è interessato ad ulteriori informazioni può inviare una mail con allegato il questionario per chiedere informazioni ed una valutazione del questionario (in maniera totalmente gratuita) all’indirizzo [email protected] o compilare il seguente form:

Per restare informati sui concorsi Miur, consigliamo ai lettori di iscriversi ai nostri gruppi Facebook e Telegram ad hoc per i concorsi Miur.

AGGIORNAMENTI

Infine, per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web concorsi-pubblici.orgalla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram. 

Ultimi articoli

Concorso ANAC: assunzioni per 20 funzionari a tempo indeterminato

E’ indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di un contingente complessivo di personale non...

Potrebbe interessarti anche