mercoledì, 20 Ottobre 2021

Covid-19, nuovo protocollo per i Concorsi Pubblici: i dettagli

Di questo autore

Ricorso Concorso Ufficio del Processo: venerdì 22 ottobre ultimo giorno per aderire

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato della possibilità di effettuare il ricorso inerente al Concorso Ufficio del Processo, indetto...

Agenzia Dogane e Monopoli, concorso per 8 funzionari a Bolzano

L'Agenzia Dogane e Monopoli ha indetto una procedura concorsuale per l'assunzione di 8 funzionari doganali da inserire a Bolzano....

Concorso Ufficio del Processo: in arrivo le date della prova scritta

Arrivano novità sul Concorso Ufficio del Processo, indetto lo scorso 6 agosto dal Ministero della Giustizia, e che mette in...

Il nuovo protocollo finalizzato a fornire indicazioni utili allo svolgimento dei Concorsi Pubblici nel rispetto del DPCM del 14 gennaio 2021 ha rivoluzionato la gestione e lo svolgimento delle prove in quest’ambito.

Molte infatti sono le novità, entrate in vigore dal 15 febbraio 2021. In questo articolo esaminiamo dunque i cambiamenti principali e tutte le direttive da conoscere e rispettare in caso di interesse nel partecipare ad un concorso pubblico.

Concorsi Pubblici – Il nuovo protocollo

Innanzitutto è da fare una distinzione. Le prove consentite a cui il nuovo protocollo fa riferimento sono le prove selettive dei concorsi banditi dalle pubbliche amministrazioni. Restano infatti sospese tutte le altre prove, come quelle preselettive, quelle scritte delle procedure concorsuali pubbliche e private e quelle abilitanti all’esercizio professionale.

Ovviamente le procedure che già prima si svolgevano interamente online, su base curriculare o in modalità telematica, non subiranno alcuna modifica. Esenti dal protocollo sono anche i concorsi per il personale del servizio sanitario nazionale, gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e gli esami per il personale della protezione civile.

Applicazione del protocollo

Come anticipato nel paragrafo precedente, il nuovo protocollo si applica quindi solo ad un ristretto ambito. Ecco cosa riguardano le nuove normative:

  • le prove in presenza;
  • prove preselettive e prove scritte;
  • un numero di candidati non superiore a 30 per un massimo di due sessioni giornaliere, non consecutive ma separate per consentire il deflusso dei candidati e la pulizia.

Tutte le prove orali e teoriche, ove previste dai concorsi, saranno svolte in via telematica.

Le principali misure

Appurato l’ambito applicativo del nuovo protocollo, andiamo ad esaminare quali sono le misure effettive entrate in vigore dal 15 febbraio 2021. Innanzitutto, all’ingresso della sede d’esame, bisogna presentare l’esito negativo del tampone non più vecchio di 48h rispetto alla data della prova.

Non è consentito presentarsi con alcun bagaglio ed ovviamente non è possibile partecipare alla prova in caso di manifestarsi di sintomi. Non è possibile partecipare alla prova se in quarantena o in isolamento ed è obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata dell’esame.

Infine, il candidato non può portare con sé alcun tipo di cibo: durante la prova sono ammesse solo bevande. Per quanto riguarda gli spazi personali, tra un candidato e l’altro ci saranno almeno 2 metri, quindi con un’area garantita per ciascun partecipante di 4mq.

Ultimi articoli

Ricorso Concorso Ufficio del Processo: venerdì 22 ottobre ultimo giorno per aderire

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato della possibilità di effettuare il ricorso inerente al Concorso Ufficio del Processo, indetto...

Potrebbe interessarti anche