mercoledì, 29 Maggio 2024

Ministero della Cultura: concorso per 518 funzionari

Di questo autore

Il Ministero della Cultura ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di 518 unità di personale non dirigenziale a tempo pieno e indeterminato da inquadrare nell’Area III, posizione economica F1 presso le sedi dell’amministrazione.

Nell’articolo tutte le informazioni per partecipare.

MINISTERO DELLA CULTURA: POSTI MESSI A DISPOSIZIONE

Le 518 unità da reclutare presso le sedi del Ministero della Cultura saranno così suddivise:

  • 268 posti di Funzionario Archivista di Stato
  • 130 posti di Funzionario Bibliotecario
  • 15 posti di Funzionario Restauratore Conservatore
  • 32 posti di Funzionario Architetto
  • 35 posti di Funzionario Storico dell’Arte
  • 20 posti di Funzionario Archeologo
  • 10 posti di Funzionario Demoetnoantropologo
  • 8 posti di Funzionario Paleontologo

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Per l’ammissione al concorso indetto dal Ministero della Cultura sono richiesti, tra gli altri, i seguenti requisiti specifici:

FUNZIONARIO ARCHIVISTA DI STATO

  • Laurea magistrale in Archivistica e biblioteconomia e diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master di secondo livello in materie attinenti al patrimonio culturale o in alternativa
  • Qualunque laurea specialistica o laurea magistrale o diploma di laurea e diploma di specializzazione di una delle scuole di alta formazione e di studio che operano presso la Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o presso le Scuole di archivistica, paleografia e diplomatica del Ministero della cultura istituite presso gli Archivi di Stato.

FUNZIONARIO BIBLIOTECARIO

  • Laurea magistrale in Archivistica e biblioteconomia e diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello.

FUNZIONARIO RESTAURATORE CONSERVATORE

  • Laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e restauro dei beni culturali (LMR/02) oppure diploma rilasciato dalle Scuole di alta formazione e di studio che operano presso l’Istituto centrale per il restauro, l’Opificio delle pietre dure, l’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro.

FUNZIONARIO ARCHITETTO

  • Laurea magistrale in architettura del paesaggio o Architettura e Ingegneria Edile o Conservazione dei Beni Architettonici e Ambientali o Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale ovvero Scienze e Tecnologie per l’ambiente e il territorio e diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello in materie attinenti al profilo professionale.

FUNZIONARIO STORICO DELL’ARTE

  • Laurea magistrale in Storia dell’Arte e e diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello in materie attinenti al profilo professionale.

FUNZIONARIO ARCHEOLOGO

  • Laurea magistrale in Archeologia e diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello in materie attinenti al profilo professionale.

FUNZIONARIO PALEONTOLOGO

  • Laurea magistrale in Scienze e tecnologie geologiche o Scienze della natura o Biologia o Conservazione e restauro dei beni culturali e diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello in materie attinenti al profilo professionale.

FUNZIONARIO DEMOTNOANTROPOLOGO

  • Laurea magistrale in Antropologia culturale e etnologica e diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello in materie attinenti al profilo professionale.

FASI DI SELEZIONE

I partecipanti al concorso indetto presso il Ministero della Cultura dovranno sostenere la seguente fase di selezione:

  • Prova scritta distinta per codici di concorso consistente nella somministrazione di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti;
  • Prova orale distinta per codici di concorso volta ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati nelle materie della prova scritta oltre che la conoscenza della lingua inglese e delle apparecchiature informatiche più diffuse;
  • Valutazione dei titoli

Per saperne di più sulle materie oggetto delle prove d’esame rimandiamo alla lettura del Bando Ufficiale.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere inoltrata entro e non oltre il 9 dicembre 2022 esclusivamente online. Il candidato dovrà autenticarsi mediante SPID/CIE/CNS e compilare il format di candidatura sul portale inPA disponibile all’indirizzo internet www.inpa.gov.it.

Ricordiamo ai candidati che è previsto il versamento di una quota di partecipazione pari ad euro 10,00.

AGGIORNAMENTI

Per restare aggiornati sul concorso indetto presso il Ministero della Cultura invitiamo i nostri lettori ad iscriversi al gruppo Facebook e Telegram dedicato.

Ultimi articoli

Camera dei Deputati, calendario prova preselettiva: ecco quando ci sarà

È stato reso noto il calendario della prova preselettiva per il concorso della Camera dei Deputati 2024 che selezionerà 25...

Potrebbe interessarti anche