lunedì, 22 Aprile 2024

Concorso Comune di Napoli: ecco quando si svolgerà la prova preselettiva

Di questo autore

Lo scorso novembre il Comune di Napoli ha indetto un concorso per il reclutamento di 222 unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno e indeterminato, da inquadrare nei ruoli dell’Ente. Finalmente, a distanza di tre mesi dalla pubblicazione del bando si hanno notizie riguardo lo svolgimento della prova preselettiva che permetterà l’inserimento di funzionari, insegnanti e agenti di polizia municipale presso le Amministrazioni locali.

Secondo quanto reso noto, infatti, si prevede per i 14mila concorrenti che hanno inoltrato la domanda di partecipazione lo svolgimento della prova preselettiva entro il mese di aprile 2024 nei padiglioni della Mostra d’Oltremare di Fuorigrotta.

Per saperne di più sui profili messi a concorso clicca qui.

CONCORSO COMUNE DI NAPOLI: COME SARA’ ARTICOLATA LA PRESELETTIVA?

La prova preselettiva del concorso indetto dal Comune di Napoli consisterà nella risoluzione di 50 quesiti a risposta multipla così suddivisi:

  • 10 quesiti per la verifica delle abilita logico-matematiche, numeriche e di ragionamento;
  • 40 quesiti specifici per i singoli profili.

Nel dettaglio, le materie oggetto della selezione sono le seguenti:

PROFILO FUNZIONARIO TECNICO (CODICE TEC/D)

  • Elementi di diritto costituzionale;
  • Diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali; disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici; ordinamento degli enti locali;
  • Legislazione nazionale e regionale in materia di edilizia e urbanistica;
  • Occupazione ed espropriazione per pubblica utilità;
  • Normativa in materia di lavori pubblici e gestione del territorio;
  • Normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei cantieri e nei luoghi di lavoro;
  • Norme tecniche relative alle infrastrutture pubbliche/viarie;
  • Nozioni di tecnica delle costruzioni;
  • Nozioni di estimo, catasto e topografia;
  • Diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • Conoscenza della lingua inglese al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  • Uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.

PROFILO MAESTRO DI SOSTEGNO (CODICE MAS/D)

  • Nozioni di disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;
  • Elementi di diritto degli enti locali;
  • Documenti di indirizzo e gestione delle scuole comunali dell’infanzia;
  • La condizione infantile nel contesto culturale, sociale e familiare contemporaneo;
  • I diritti dei bambini e delle bambine nella Costituzione e nelle Carte internazionali;
  • Lineamenti di psicologia dell’età evolutiva, con particolare riferimento alle principali teorie dello sviluppo, nonché alle situazioni di disagio psicologico specifiche dell’infanzia;
  • La scuola dell’infanzia nel sistema formativo e scolastico: continuità orizzontale e verticale;
  • Le linee pedagogiche per il sistema integrato 0-6;
  • La cultura della scuola dell’infanzia nei diversi metodi e approcci, in relazione ai principali pedagogisti;
  • Indicazioni nazionali, piano dell’offerta formativa e progettazione didattica;
  • La relazione e la cura educativa con i bambini e con le famiglie;
  • Tipologia di osservazione e progettazione, documentazione e verifica, rapporto con le famiglie e servizi del territorio;
  • Educazione interculturale, rispetto e valorizzazione delle differenze culturali;
  • Significato e valenza formativa del gioco, dell’esplorazione e della ricerca, con riferimento a scelte progettuali e metodologiche;
  • Lo sviluppo delle intelligenze multiple: percorsi individualizzati e apprendimento cooperativo;
  • La particolarità dei bambini superdotati intellettualmente;
  • La dimensione individuale e collegiale della professionalità docente;
  • La formazione in servizio: diritto-dovere dell’insegnante;
  • Elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • Conoscenza della lingua inglese al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  • Uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.

PROFILO FUNZIONARIO SOCIOEDUCATIVO (CODICE EDU/D)

  • Pedagogia e psicologia dell’età evolutiva: fondamenti teorici inerenti alle tematiche relative allo sviluppo del bambino da 0 a 3 anni, (bisogni, competenze, processi di apprendimento e di crescita, dinamiche di interazione e socializzazione con particolare riferimento alle relazioni bambino/bambino e bambino/adulto);
  • Progettazione educativa, programmazione e documentazione delle attività al nido d’infanzia; dinamiche di gruppo e intergruppi all’interno del nido;
  • Modalità e contenuti della relazione con le famiglie e della gestione a rete dei servizi territoriali nel servizio di nido d’infanzia;
  • Metodologie e strategie educative al nido d’infanzia, con riferimento anche ai bambini in condizioni di disabilità e fragilità;
  • Igiene generale e alimentazione nei primi anni di vita;
  • Regolamentazione nazionale, regionale e comunale del servizio di nido di infanzia;
  • Normativa in materia di privacy (GDPR n. 679/2016 e decreto legislativo n.196/2003 e s.m.i.);
  • Conoscenza della lingua inglese al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  • Uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.

PROFILO AGENTE DI POLIZIA MUNICIPALE (CODICE POL/C)

  • Elementi di diritto costituzionale e amministrativo;
  • Ordinamento degli enti locali ai sensi del decreto legislativo n. 267/2000;
  • Elementi di diritto penale e di procedura penale;
  • Nozioni di disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;
  • Legge quadro sull’ordinamento della polizia locale ai sensi della legge n. 65/86 e normativa della Regione Campania in materia di polizia locale;
  • Normativa in materia di polizia amministrativa, di pubblica sicurezza e di sicurezza urbana;
  • Legislazione sul commercio itinerante, in sede fissa, pubblici esercizi, ambiente e edilizia;
  • Codice della strada e relativo regolamento di esecuzione;
  • Legge di depenalizzazione e sistema sanzionatorio vigente ai sensi della legge n. 689/81;
  • Normativa in materia di accesso agli atti ai sensi della legge n. 241/90, nonché di accesso civico e accesso civico generalizzato ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013;
  • Normativa in materia anticorruzione ai sensi della legge n. 190/2012;
  • Elementi in materia di tutela e protezione dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) n. 679/2016 e decreto legislativo n.196/2003 e s.m.i.;
  • Conoscenza della lingua inglese al livello A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  • Uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.

AGGIORNAMENTI                 

Per ulteriori aggiornamenti, invitiamo i nostri lettori a collegarsi ai nostri gruppi Facebook e Telegram dedicati al Concorso di Napoli per restare aggiornati su tutte le novità.

SIMULATORE GRATUITO

Sulla nostra app “Worky – Concorsi e lavoro” è disponibile il simulatore per le prove per il Concorso del Comune di Napoli per il reclutamento di 222 unità divise tra quattro diversi profili. L’app, che è disponibile gratuitamente sia su dispositivi Apple che su Android, permette di esercitarsi sulle materie della prova scritta del concorso del Comune di Napoli comodamente dal proprio smartphone, gratis.

Grazie alla sua interfaccia semplice e intuitiva, l’app dà la possibilità di rispondere a un vasto database di domande per prepararsi ai concorsi pubblici. In occasione della prova del concorso per il Comune di Napoli, Worky ha reso disponibile sull’app anche le materie per esercitarsi in maniera del tutto gratuita (Per scaricare l’app android dal Play Store, clicca qui; Per scaricare l’app dall’Apple Store, clicca qui.).

L’app “Worky – Concorsi e Lavoro”, tra le varie funzioni, offre la possibilità di selezionare solamente determinati gruppi di domande e poter quindi lavorare, ad esempio, sulle risposte errate date in precedenti occasioni: in questo modo, si potrà ripassare e migliorare a ogni utilizzo dell’app e ogni volta che si ripete un quiz. Per qualsiasi dubbio circa l’app e le sue funzioni, potete mandare una mail all’indirizzo [email protected]

Ultimi articoli

Ministero della Cultura: 46 assunzioni di esperti catalogatori

È stato indetto un concorso pubblico che prevede l'assunzione di 46 esperti catalogatori presso le biblioteche pubbliche statali del Ministero...

Potrebbe interessarti anche