Assunzioni per 461 dipendenti comunali con diversi profili. Concorso pubblico per esami e titoli per la copertura di n. 22 posti a tempo pieno e indeterminato nel profilo [...]

Assunzioni per 461 dipendenti comunali con diversi profili.

Concorso pubblico per esami e titoli per la copertura di n. 22 posti a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di Istruttore Direttivo Amministrativo, categoria giuridica D1 del Comparto Regioni e Autonomie Locali.

I candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

– cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Stato appartenente all’Unione Europea o cittadinanza extracomunitaria, solo ove ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del D. Lgs. 30.3.2001, n. 165 come modificato dall’art. 7 della L. 6.8.2013, n. 97;

– età non inferiore agli anni 18;

– idoneità fisica all’impiego;

godimento del diritto di elettorato politico attivo;

– non avere riportato condanne penali, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel Capo I, Titolo II, Libro II del Codice Penale; non trovarsi nelle condizioni di cui agli artt. 10 e 11 del D. Lgs. 235/2012; non essere sottoposto a misure restrittive della libertà personale;

– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento; non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico, ai sensi dell’articolo 127, primo comma, lettera d), del Testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3; non aver subito un licenziamento disciplinare o un licenziamento per giusta causa dall’impiego presso una pubblica amministrazione;

– posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, solo per i cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31.12.1985, oppure posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva previsto dagli ordinamenti del paese di appartenenza;

– Diploma di Laurea vecchio ordinamento (DL) in Economia e Commercio o in Giurisprudenza o In Scienze Politiche oppure Laurea Specialistica (LS – DM 509/99) o Laurea Magistrale (LM – DM 270/04) equiparata a uno dei Diplomi di Laurea (DL) specificati oppure una tra le seguenti Lauree Triennali: DM 509/1999 DM 270/2004 02 – Scienze dei servizi giuridici, 31 – Scienze giuridiche, 15 – Scienze politiche e delle relazioni internazionali, 17 – Scienze dell’economia e della gestione aziendale, 19 – Scienze dell’amministrazione, 28 – Scienze economiche, oppure DM 270/2004 L-14 – Scienze dei servizi giuridici, L-36 – Scienze politiche e delle relazioni internazionali, L-18 – Scienze dell’economia e della gestione aziendale, L-16 – Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, L-33 – Scienze economiche. I candidati in possesso di titolo di un studio estero sono ammessi alla procedura concorsuale con riserva, in attesa del provvedimento che riconosce l’equivalenza del proprio titolo di studio a uno di quelli richiesti dal bando.

Al profilo professionale di Istruttore Direttivo Amministrativo è attribuito il trattamento economico della posizione iniziale della categoria D1. Al personale assunto si applica il trattamento economico previsto dal vigente Contratto Collettivo Nazionale Regioni e Autonomie Locali e dalla contrattazione e regolamentazione interna per i dipendenti del Comune di Firenze, integrato dall’eventuale assegno per il nucleo familiare se dovuto per legge e dai ratei della tredicesima mensilità. Il trattamento economico è soggetto alle ritenute e alle eventuali detrazioni previste nella misura di legge.

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente in forma e digitale. Il modulo è disponibile sul sito del Comune di Firenze e sarà possibile inviare la propria candidatura online entro il termine perentorio di 30 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del bando nella Gazzetta Ufficiale, e precisamente entro il giorno 29 giugno 2017. Per ulteriori informazioni cliccate qua.

 

Altre 228 circa saranno le assunzioni del Comune di Firenze in diversi settori entro il 2020, infatti l’ente ha varato un vero e proprio piano assunzioni per il prossimo triennio.

Il piano assunzioni con un così notevole incremento di personale è stato reso possibile grazie allo sblocco del turn over previsto dal Decreto per gli enti locali approvato di recente dal Governo.

Le assunzioni verranno effettuate per sostituire in particolar modo i lavoratori cessati dal servizio, tramite l’indizione di nuovi concorsi. I nuovi posti di lavoro riguarderanno sia diplomati che laureati da impiegare in diversi settori, tra cui la polizia municipale e altri reparti amministrativi, infatti a breve saranno indetti concorsi per l’assunzione di Operai, Assistenti Sociali e Vigili Urbani.

I bandi di concorso saranno ovviamente pubblicati nell’area “Bandi e avvisi aperti” del sito del Comune di Firenze.

 

Il Comune di Trieste prevede l’assunzione di 132 dipendenti comunali per sostituire le risorse che andranno in pensione. La copertura dei posti di lavoro avverrà mediante bandi di mobilità e nuovi concorsi.

L’amministrazione del capoluogo friulano, ha elaborato un programma assunzionale per il prossimo triennio, che è in attesa di approvazione, ma che comunque avrà una positiva ricaduta occupazionale sul territorio. Si prevede che entro quest’anno si procederà ai primi 72 inserimenti, mentre nel 2018 saranno coperti altri 40 posti di lavoro e nel 2019 i restanti 20.

I posti di lavoro disponibili saranno assegnati attraverso le procedure di bandi pubblici che saranno pubblicati nell’area “Concorsi” del sito web del Comune di Trieste.

 

Il Comune di Brescia si è impegnata in un accordo che prevede l’assunzione di 79 dipendenti entro la fine di quest’anno.

L’accordo è stato raggiunto con le rappresentanze sindacali per evitare la protesta dei dipendenti nello sciopero fissato per il 18 giugno che riguardava delle assunzioni bloccate. I nuovi posti di lavoro saranno 79 grazie alla trattativa avuta dalle rappresentanze sindacali ed il Comune lombardo che si è conclusa con il tanto atteso via libero delle assunzioni. Il reclutamento di nuovo personale si è reso necessario, in particolare, per garantire il turn over del personale e per sostituire i lavoratori andati in pensione o cessati dal servizio, i cui posti sono rimasti vacanti.

Dei 79 nuovi posti di lavoro, 34 erano già previsti dal precedente programma occupazionale approvato dall’Amministrazione e comunque per arrivare alle definitive assunzioni nei prossimi mesi del 2017 saranno indetti almeno 8 bandi di selezione.

I bandi verranno pubblicati nell’area “Concorsi e Mobilità” del sito del Comune di Brescia.

Vuoi ricevere i nuovi Bandi di Concorso comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di Concorsi-Pubblici.org