lunedì, 4 Marzo 2024

Comune di Como, concorso per 14 funzionari e istruttori tecnici

Le domande dovranno essere inviate entro il 24 luglio 2023

Di questo autore

Il Comune di Como ha indetto un concorso per l’assunzione di 14 funzionari e istruttori tecnici. Le domande dovranno essere inviate entro il 24 luglio 2023, pertanto vi daremo maggiori informazioni per poter partecipare.

I BANDI

Sono indetti due concorsi per l’assunzione a tempo indeterminato di diplomati e laureati, nello specifico 11 funzionari e 3 istruttori tecnici. Di seguito, vi allegheremo i BANDI INTEGRALI da consultare:

REQUISITI

Oltre ai requisiti generici, come cittadinanza italiana, godimento dei diritti civili e politici e idoneità allo svolgimento del lavoro, i candidati dovranno essere in possesso di alcuni requisiti specifici.

FUNZIONARI TECNICI
  • Laurea di primo livello (L) appartenente a una delle seguenti classi del nuovo ordinamento universitario (D.M. 509/99 o D.M. 270/04):
    – classe 04 – “Classe delle lauree in scienze dell’architettura e dell’ingegneria edile”;
    – classe 08 – “Classe delle lauree in ingegneria civile e ambientale”;
    – classe L-7 – “Ingegneria civile e ambientale”;
    – classe L-17 – “Scienze dell’architettura”;
    – classe L-23 – “Scienze e tecniche dell’edilizia”;
  • Laurea Specialistica (LS) o Laurea Magistrale (LM) appartenente a una delle seguenti classi del nuovo ordinamento universitario (D.M. 509/99 o D.M. 270/04):
    – classe 3/S – “Architettura del paesaggio”;
    – classe 4/S – “Architettura e ingegneria edile”;
    – classe 28/S – “Ingegneria civile”;
    – classe 31/S – “Ingegneria elettrica”;
    – classe 32/S – “Ingegneria elettronica”;
    – classe 36/S – “Ingegneria meccanica”;
    – classe 38/S – “Ingegneria per l’ambiente e territorio”;
    – classe LM-3 – “Architettura del paesaggio”;
    – classe LM-4 – “Architettura e Ingegneria edile-architettura”;
    – classe LM-23 – “Ingegneria civile”;
    – classe LM-24 – “Ingegneria dei sistemi edilizi”;
    – classe LM-28 – “Ingegneria elettrica”;
    – classe LM-29 – “Ingegneria elettronica”;
    – classe LM-33 – “Ingegneria meccanica”;
    – classe LM-35 – “Ingegneria per l’ambiente e il territorio”;
  • Diploma di Laurea (DL) (vecchio ordinamento universitario – ordinamento previgente al D.M. 509/99) in:
    – Architettura;
    – Ingegneria civile;
    – Ingegneria edile;
    – Ingegneria edile – architettura;
    – Ingegneria elettrica;
    – Ingegneria elettronica;
    – Ingegneria meccanica;
    – Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
  • Titolo equipollente.
ISTRUTTORI TECNICI
  • Diploma di istruzione secondaria di secondo grado (quinquennale) in uno dei seguenti indirizzi:
    – Diploma di Tecnico Costruzioni, ambiente e territorio (Decreto del Presidente della repubblica 88 del 2010);
    – Diploma di Geometra (articolo 1, Legge 75 del 7 marzo 1985) oppure ulteriori titoli (quinquennali) ad essi equiparati, o ad essi equipollenti, riconosciuti tali da leggi e/o specifici decreti ministeriali;
  • Titolo di studio superiore considerato assorbente rispetto ai diplomi di scuola secondaria di secondo grado tra quelli indicati nel bando.

PROVE D’ESAME

I candidati dovranno superare due prove d’esame, nello specifico una prova scritta e una orale. Per ciascun concorso, inoltre, è prevista una prova preselettiva. Le prove potranno essere svolte attraverso l’utilizzo di strumenti informatici e digitali, da remoto o in presenza.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

Le domande dovranno essere inviate entro il 24 luglio 2023 tramite procedura telematica:

  • pagina per la domanda al concorso per 11 funzionari tecnici;
  • pagina per la domanda al concorso per 3 istruttori tecnici.

I candidati dovranno autenticarsi mediante credenziali SPID / CIE / CNS / eIDAS e versare una quota pari a 10 euro.

Ultimi articoli

Corso di preparazione concorso Ministero della difesa: proroga sconto fino all’8 marzo

Come riportato nei giorni scorsi, la nostra Redazione, insieme a noti docenti esperti in materia, ha organizzato un corso...

Potrebbe interessarti anche