mercoledì, 29 Maggio 2024

Ministero della Giustizia, novità: le dichiarazioni del Ministro Nordio

Novità per il Ministero della Giustizia: il Ministro Nordio ha risposto a domande riguardo al personale amministrativo e stabilità giudiziaria

Di questo autore

Novità in arrivo per il Ministero della Giustizia. Il Ministro Nordio ha risposto ad alcune domande inerenti al personale amministrativo e alla stabilità nel sistema giudiziario. Nello specifico, Nordio ha sottolineato l’importanza del supporto amministrativo per un corretto funzionamento della giustizia.

LE DICHIARAZIONI DEL MINISTRO

“Dopo il chiarimento di carattere programmatico strategico che ho fatto nell’intervento precedente, ora, dovrò passare all’aridità dell’esposizione di alcuni numeri. Prima, però, vorrei sottolineare che condivido pienamente l’analisi che ha fatto sull’importanza del personale amministrativo. Avendo esercitato per quarant’anni e oltre l’attività di magistrato so bene che è come per un chirurgo: se non ci sono gli infermieri, gli operatori di sala, i barellieri, il chirurgo, per quanto bravo, si ferma” ha esordito il Ministro sulla situazione attuale del Ministero della Giustizia.

“Poi, come per un pilota di guerra: può essere il più bravo collaudatore, ma se non ha i meccanici che lavorano a terra, per un’ora di volo sono necessarie 100 ore di manutenzione. Per la magistratura è uguale, un’ora di lavoro di un magistrato comporta il lavoro di almeno tre o quattro persone per svolgere tutta quell’attività che è consequenziale a quella del magistrato. Detto questo, noi siamo intervenuti nei limiti delle nostre capacità finanziarie.

Abbiamo assunto 8.625 risorse umane nell’intero territorio nazionale, cui dovrebbero essere aggiunte anche 11.919 unità relative ai profili di addetto all’ufficio del processo, giungendo così al numero, direi cospicuo, di 20.500 assunzioni. Un altro obiettivo auspicato è di convertire le assunzioni a tempo determinato, in un arco ragionevole, in assunzioni a tempo indeterminato, per dare a queste persone, non solo, garanzie di stabilità, ma anche per evitare che se ne vadano durante l’espletamento del loro mandato, perché, se sanno che alla fine resteranno disoccupate, mentre lavoreranno cercheranno magari degli impieghi diversi.

Tutte queste criticità sono perfettamente note al Governo, al Ministero e a chi personalmente vi parla. Stiamo, quindi, cercando di accompagnare all’attività di reclutamento, che comprenderà, nell’arco temporale dal 2023 al 2025, 1.051 unità di funzionari, 6.600 di assistenti e 179 di dirigenti, per un totale di 7.800 unità, anche quella della stabilizzazione. Tutto questo, lo ripeto, compatibilmente con le risorse che abbiamo e magari provando a rimodulare, sempre nei limiti consentiti dai vincoli europei, il principio dell’ufficio per il processo. Questa disgrazia finanziaria non continuerà, speriamo, in eterno e già con il prossimo anno, con il prossimo bilancio, se la situazione migliorerà, miglioreranno anche le risorse a favore della giustizia” ha concluso il Ministro nel suo intervento integrale.

Ultimi articoli

Camera dei Deputati, calendario prova preselettiva: ecco quando ci sarà

È stato reso noto il calendario della prova preselettiva per il concorso della Camera dei Deputati 2024 che selezionerà 25...

Potrebbe interessarti anche