mercoledì, 1 Dicembre 2021

Concorsi pubblici novità: abolito lo smart working, ogni anno 3 bandi per ogni amministrazione

Di questo autore

Decreto Incarichi: assunzioni 1.000 esperti nella PA

Come annunciato dal Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, sono in arrivo nuove assunzioni. È infatti pronto il Decreto...

Concorso Ufficio del Processo, Formez conferma: slitta la pubblicazione dei punteggi della prova scritta, ecco cosa succede

E' stata confermata l'indiscrezione pubblicata pochi giorni fa dalla nostra Redazione sul Concorso Ufficio del Processo: Formez - difatti...

Concorso Maeci, prove scritte da gennaio per bando 375 amministrativi

Il concorso Maeci da 375 posti da amministrativi ha finalmente un calendario delle prove: si partirà, infatti, a gennaio....

Negli ultimi mesi, il Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, nel settore dei concorsi pubblici ha apportato svariate novità. L’ultimo annuncio del politico è avvenuto durante l’edizione 2021 del Festival del Lavoro, dedicata alle “Competenze e strategie per la ripartenza”. In questo evento, Brunetta ha voluto illustrare gli obiettivi riguardanti proprio i concorsi pubblici.

Da quanto riportato, nei traguardi fissati dal ministro, rientra lo sblocco dei ricambio generazionale, assicurando così che ad ogni uscita ci siano una o più entrate. Con questo obiettivo, secondo le stime fatte, nell’arco di cinque o dieci anni, si arriverebbe a un aumento di personale PA di ben quattro milioni.

Parlando delle procedure concorsuali, sempre il Ministro Brunetta è tornato a parlare dell’articolo 10 del Decreto-legge 44/2021. Con questo articolo ci si impegna a sbloccare i concorsi rimasti fermi a causa della pandemia, velocizzare i tempi della situazione, alleggerire e semplificare le procedure, dando una certa importanza alle competenze, non focalizzandosi solo sulle conoscenze.

Tra i cambiamenti apportati nei concorsi pubblici, ci sarebbe una modifica anche alla frequenza dei bandi nel corso dell’anno: “Basta concorsi multipli che durano sette o otto mesi. Le procedure con le nuove modalità devono durare tre mesi in modo tale che ogni Amministrazione che lo necessita possa fare due o tre concorsi l’anno”.

Parlando sempre della Pubblica Amministrazione, il 20 aprile è stato approvato in Consiglio dei Ministri il Decreto Proroghe che ha abolito lo smart-working per il 50% minimo dei dipendenti pubblici. Con questa decisione, si mira ad una ripartenza.

Ultimi articoli

Decreto Incarichi: assunzioni 1.000 esperti nella PA

Come annunciato dal Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, sono in arrivo nuove assunzioni. È infatti pronto il Decreto...

Potrebbe interessarti anche