venerdì, 14 Giugno 2024

Firenze: concorso polizia municipale per diplomati

Di questo autore

Firenze – Il Comune di Firenze ha lanciato un nuovo e ambizioso concorso per diplomati per arricchire il suo contingente di agenti di Polizia Locale. Il bando, pubblicato online sul sito InPA, mette a disposizione ben 200 posizioni a tempo pieno ed indeterminato. In questo articolo, esploreremo i dettagli fondamentali, dai requisiti di partecipazione alle fasi del concorso.

Concorso polizia municipale: i posti disponibili e la suddivisione delle assunzioni

Il concorso offre 200 posti distribuiti in tre fasi di assunzione:

  • 30 unità per l’annualità 2023;
  • 70 unità per l’annualità 2024;
  • 100 unità per l’annualità 2025.

Questa suddivisione strategica garantisce un processo graduale e una maggiore opportunità per i partecipanti.

Requisiti di ammissione al concorso per polizia municipale e la domanda di ammissione

Oltre ai requisiti comuni come cittadinanza italiana e maggiore età, i candidati devono essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale e della patente di guida di categoria B.

La domanda di partecipazione, con un contributo di 10€, deve essere presentata esclusivamente online entro il 27 gennaio 2024, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS.

Il bando

Per tutte le informazioni utili per partecipare al concorso polizia municipale per diplomati, invitiamo i nostri lettori a visionare il BANDO UFFICIALE (clicca qui per scaricarlo).

Il concorso per la Polizia Municipale di Firenze rappresenta un’opportunità straordinaria per chi desidera contribuire alla sicurezza della città. Gli aspiranti sono incoraggiati a prepararsi diligentemente, presentare la domanda in tempo utile e affrontare le diverse fasi con determinazione.

Le fasi del concorso

Il concorso prevede diverse fasi, inclusa un’eventuale prova preselettiva, una prova scritta, una prova attitudinale e una prova di efficienza fisica.

La prova preselettiva sarà costituita da un quiz a risposta multipla su materie specifiche. La prova scritta, con una valutazione di almeno 21/30, coprirà argomenti come la Legge di Depenalizzazione, il Codice della Strada, il Diritto Penale, la Procedura Penale, la Normativa sul Procedimento Amministrativo e molte altre.

Le materie della prova scritta

Tra le materie della prova scritta, figurano:

  • Legge di Depenalizzazione (Legge 689/1981);
  • Codice della Strada e relativo Regolamento di attuazione;
  • Elementi di Diritto Penale con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • Elementi di Procedura Penale con particolare riferimento agli atti di competenza degli Agenti di polizia giudiziaria;
  • Normativa sul Procedimento Amministrativo (Legge 241/1990);
  • TUEL parte Prima – titolo I/II/III/IV;
  • Codice di Comportamento dei dipendenti pubblici;
  • Legislazione nazionale e della Regione Toscana in materia di commercio, urbanistica, edilizia ed ambiente;
  • Legislazione in materia di pubblica sicurezza;
  • Lingua inglese;
  • Utilizzo delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Ultimi articoli

Comune di Pesaro, concorso insegnanti scuola dell’infanzia

Il Comune di Pesaro ha annunciato un nuovo concorso per l'assunzione di insegnanti di scuola dell'infanzia, mirato alla creazione...

Potrebbe interessarti anche