martedì, 27 Febbraio 2024

InPA: in arrivo bandi per programmi formativi e di lavoro

Di questo autore

Novità sul fronte formazione e lavoro dal portale inPa.

Si attendono, infatti, tirocini e dottorati nella pubblica amministrazione secondo le ultime dichiarazioni del Ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta.

Più precisamente, la notizia arriva in seguito all’accordo raggiunto in Conferenza Stato-Regioni relativamente allo schema del Decreto ministeriale avente ad oggetto proprio l’attuazione di tali programmi formativi e lavorativi.

IL PORTALE inPA

Il Portale Nazionale del reclutamento c.d. inPA nasce con l’obiettivo di accelerare il percorso di modernizzazione e rinnovamento del Paese supportando l’Ufficio per i concorsi, nonché il reclutamento del Dipartimento della Funzione Pubblica.

L’INTESA DELLA CONFERENZA STATO-REGIONI

Come anticipato, il 2 marzo 2022 in Conferenza Stato-Regioni è stata raggiunta l’intesa sullo schema di decreto ministeriale attuativo dell’articolo 2 del D.L. 80/2021 in relazione alla creazione di programmi altamente formativi e lavorativamente professionalizzanti.

Tale accordo è stato raggiunto di concerto con i Ministri del Lavoro e delle politiche sociali, dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca, nonché con il Ministro per le Politiche giovanili.

I PROGRAMMI

I progetti da attuare secondo l’accordo raggiunto sono volti alla creazione di due programmi di:

  • formazione (tirocinio inPA)
  • lavoro (dottorato inPA)

IL TIROCINIO inPA

Il Tirocinio inPA rappresenta il primo dei due programmi da attuare che consiste nello svolgimento di tirocini curricolari della durata di 6 mesi per la redazione della Tesi di laurea magistrale.

La partecipazione al tirocinio prevede la corresponsione di un’indennità di partecipazione il cui ammontare sarà definito successivamente.

L’unico dato certo è che per l’anno 2022 a tale programma saranno devolute risorse per 400.000 €.

I DESTINATARI

Il tirocinio si rivolge a studenti con età inferiore a 28 anni che presentino i seguenti requisiti alternativi:

  • siano iscritti a corsi di laurea magistrale con una media di voto non inferiore a 28/30 ed in possesso del 30% dei crediti formativi previsti dal proprio ciclo di studi;
  • siano iscritti a corsi di laurea magistrale a ciclo unico con una media di voto non inferiore a 28/30 e in possesso del 70% dei crediti formativi universitari previsti dal proprio percorso di studi.

IL DOTTORATO inPA

Il secondo programma da attuare è il c.d. “Dottorato inPA” ossia un contratto di apprendistato di terzo livello nella Pubblica amministrazione.

In particolare, il contratto è strettamente legato al conseguimento del dottorato di ricerca.

Con la stipula del contratto di apprendistato è prevista una retribuzione lorda di 30.000€ annui per ciascun candidato vincitore.

Più precisamente, al programma saranno destinate risorse per 600.000€ per la stipulazione di 20 contratti di apprendistato.

I DESTINATARI

Il dottorato si rivolge a tutti i cittadini italiani, i cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione europea e gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia fino all’età di 29 anni, in possesso di laurea magistrale con voto di laurea non inferiore a 105/110.

Ultimi articoli

Concorso Ufficio del Processo 2024 – Quiz commentati e batterie di simulazioni NLD Concorsi: come prepararsi al meglio

E’ vicina la pubblicazione del nuovo bando di concorso per l’assunzione del secondo contingente di addetti all’Ufficio del Processo....

Potrebbe interessarti anche