Il Miur ha pubblicato un nuovo bando straordinario per reclutare insegnanti da inserire nella scuola dell’Infanzia e Primaria per coprire sia posti comuni che di soste [...]

Il Miur ha pubblicato un nuovo bando straordinario per reclutare insegnanti da inserire nella scuola dell’Infanzia e Primaria per coprire sia posti comuni che di sostegno. Per partecipare a questo bando non sono richiesti titoli di servizio.

La notizia del nuovo bando di concorso per la scuola è stata data dal sindacato dei lavoratori dei comparti scuola, università, ricerca, alta formazione artistica e musicale, formazione professionale, educazione degli adulti ovvero la FLC CGIL.

Le selezioni saranno espletate su base regionale cominciando dalle regioni in cui le graduatorie di merito del concorso espletato nel 2016 siano esaurite o insufficienti a soddisfare il fabbisogno degli istituti scolastici per il biennio successivo.

Molto probabilmente, a partire dal 2019, il Miur bandirà concorsi per insegnanti per la scuola dell’Infanzia e Primaria ogni 2 anni.

Questo nuovo bando servirà per reclutare un contingente è pari a 10.183 unità. Di queste 5.626 andranno a coprire i posti comuni, mentre 4.557 quelli di sostegno. Potranno partecipare al concorso i laureati in scienze della formazione primaria e i diplomati magistrali che hanno conseguito il diploma entro l’a.s. 2001 – 2002. Per diventare Insegnanti di sostegno è richiesta, inoltre, idonea specializzazione. Inoltre sarà richiesto anche il possesso di 24 CFU in materie antropo-psico-pedagogiche e in metodologie e tecnologie didattiche.
Ecco le 3 prove da sostenere:
• prova preselettiva, da effettuare tramite pc, che sarà espletata solo se il numero dei candidati risulterà 3 volte superiore a quello dei posti disponibili;
• prova scritta, consistente nella somministrazione di 2 quesiti a risposta aperta, diversi per i posti comuni e di sostegno, e di 8 domande comuni a risposta chiusa, queste ultime volte alla verifica della conoscenza della lingua inglese. La durata è di 180 minuti;
• prova orale, della durata di 30 minuti, che sarà diversa per i posti comuni e per quelli di sostegno.
Gli aspiranti possono presentare la domanda di partecipazione al bando in un’unica regione, ad eccezione della Valle d’Aosta e del Trentino-Alto Adige, i candidati possono concorrere per più procedure concorsuali attraverso la presentazione di un’unica istanza facendo attenzione ad indicare tutte le procedure concorsuali di proprio interesse.
La domanda va presentata esclusivamente sulla piattaforma istanze online entro e non oltre le ore 23:59 di oggi 12 dicembre 2018, ovviamente per poter accedere alla piattaforma sarà necessaria la registrazione.
Per maggiori informazioni potete scaricare il bando a questo indirizzo: www.miur.gov.it

 

Vuoi ricevere i nuovi Bandi di Concorso comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di Concorsi-Pubblici.org