venerdì, 23 Febbraio 2024

Concorso docenti infanzia e primaria 2023

Di questo autore

Il tanto atteso concorso docenti per l’infanzia e la primaria 2023 è ora una realtà, con il decreto pubblicato che ne regola le modalità.

Attualmente, sono stati banditi 9.641 posti, ma il Ministero prevede un ulteriore incremento di quasi quindicimila posti.

Scopri in questo articolo i dettagli chiave, tra cui il numero di posti disponibili, i requisiti d’accesso, il programma delle materie e la struttura delle prove.

Concorso docenti infanzia e primaria: i requisiti

Posti comuni

Per partecipare al concorso per i posti comuni, i candidati devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • Ottenere l’abilitazione all’insegnamento attraverso una laurea in scienze della formazione primaria o equivalente, riconosciuta in Italia o all’estero secondo le normative vigenti.
  • Possedere un diploma magistrale con abilitazione o un diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguito presso istituti magistrali o titolo equivalente, riconosciuto in Italia o all’estero secondo le normative vigenti. Il conseguimento deve avvenire entro l’anno scolastico 2001/2002.
  • Per i posti comuni nella scuola primaria, sono accettati titoli ottenuti entro l’anno scolastico 2001-2002, compresi i diplomi di sperimentazione a indirizzo linguistico.
  • Per i posti comuni nella scuola dell’infanzia, sono accettati titoli ottenuti entro l’anno scolastico 2001-2002, inclusi i diplomi di sperimentazione a indirizzo linguistico.

Posti di sostegno

Per quanto riguarda i posti di sostegno, è necessario possedere un titolo di specializzazione sul sostegno conforme alla normativa vigente o un titolo equivalente, riconosciuto in Italia o all’estero secondo le normative vigenti.

Concorso docenti infanzia e primaria: le materie

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato il programma dettagliato delle materie oggetto del concorso, suddiviso in una parte generale ed una parte specifica focalizzata sul concorso per infanzia e una parte specifica per la scuola primaria.

Invitiamo i nostri lettori a scaricare il programma per una preparazione ottimale facendo clic qui.

Concorso docenti infanzia e primaria: le prove

Prova scritta

La fase scritta del concorso presenta un voto minimo di 70/100 e si compone di 50 quesiti a risposta multipla da completare entro 100 minuti.

Per i posti comuni, i quesiti sono 40, trattando conoscenze in ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico-metodologico, inclusi aspetti sull’inclusione e valutazione. La suddivisione delle materie è la seguente:

  • Ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico-metodologico: 10 quesiti pedagogici, 15 quesiti psicopedagogici (compresi gli aspetti sull’inclusione), e 15 quesiti metodologici didattici (compresi gli aspetti sulla valutazione).
  • Lingua inglese: 5 quesiti a risposta multipla di livello B2.
  • Competenze digitali: 5 quesiti sull’uso didattico di tecnologie e dispositivi elettronici.

Per i posti di sostegno, i quesiti riguardano metodologie didattiche per diverse disabilità, valutando le conoscenze sulla scolastica inclusiva.

Sia per posti comuni che di sostegno, sono previsti 5 quesiti sulla conoscenza della lingua inglese (livello B2) e 5 quesiti sulle competenze digitali relative all’uso didattico di tecnologie e dispositivi elettronici multimediali per migliorare la qualità dell’apprendimento.

Prova orale

La prova orale, con un voto minimo di 70/100 e una durata massima di 45 minuti, richiede ai candidati di dimostrare competenze disciplinari, didattiche e capacità di progettazione didattica efficace. La valutazione include anche la capacità di comprendere e conversare in lingua inglese utilizzando almeno un livello B2.

Posti Comuni:

  • Valutazione delle conoscenze disciplinari e competenze didattiche generali.
  • Capacità di progettazione didattica efficace, con considerazioni sull’uso di tecnologie e dispositivi elettronici multimediali.
  • Test didattico durante la prova orale con una lezione simulata.

Posti di Sostegno:

  • Valutazione della competenza nel supporto agli alunni con disabilità per definire ambienti di apprendimento inclusivi.
  • Progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adatti alle diverse tipologie di disabilità.
  • Uso didattico di tecnologie e dispositivi elettronici multimediali.
  • Test didattico durante la prova orale con una lezione simulata.

Con il concorso in cantiere, questo articolo offre un punto di partenza completo per coloro che mirano a intraprendere la carriera di insegnante, guidandoli attraverso le ultime informazioni e risorse essenziali.

Aggiornamenti

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i lettori a seguire il gruppo facebook ed il gruppo telegram dedicato all’istruzione ed il nostro sito web concorsi-pubblici.orgla pagina Facebook e la  pagina Instagram. 

Ultimi articoli

Ufficio del Processo: possibile conversione dei contratti a tempo indeterminato. Tutte le novità

Importanti novità in arrivo per tutti coloro che hanno partecipato al concorso indetto per il reclutamento di addetti all’Ufficio...

Potrebbe interessarti anche