venerdì, 23 Febbraio 2024

Esercito: concorso Ruoli Speciali per 28 sottotenenti

Di questo autore

Il Comando dell’Esercito ha dato il via a un nuovo percorso di reclutamento attraverso il concorso per il conferimento di 28 posti di Sottotenente nei Ruoli Speciali. Questa iniziativa offre l’opportunità di entrare a far parte dell’Esercito e di servire in modo permanente nei ruoli chiave delle Armi di fanteria, cavalleria, artiglieria, genio e trasmissioni.

Esercito, concorso Ruoli Speciali: i destinatari del concorso

Il concorso è aperto a diverse categorie di candidati, tra cui gli Ufficiali di Complemento, gli Ufficiali in Ferma Prefissata, gli Ufficiali inferiori di Complemento dell’Esercito, i Sottufficiali appartenenti al ruolo dei Marescialli dell’Esercito, i Sottoufficiali appartenenti al ruolo dei Sergenti dell’Esercito, i Volontari in servizio permanente dell’Esercito, i frequentatori di accademie militari e i non vincitori di precedenti concorsi.

È importante che i candidati rientrino nelle categorie specificate nel bando ufficiale per garantire l’ammissibilità.

Esercito, concorso Ruoli Speciali: i requisiti di ammissione

I concorrenti devono soddisfare una serie di requisiti, tra cui la cittadinanza italiana, l’aderenza ai limiti di età indicati, il possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o di un titolo di studio equipollente, il godimento dei diritti civili e politici, l’assenza di condanne penali, non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una PA, non essere stati condannati per delitti non colposi o non essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi, non essere stati sottoposti a misure di prevenzione, aver avuto e una condotta incensurabile. I candidati devono dimostrare fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato, evitando comportamenti che possano mettere in dubbio tale fedeltà. Inoltre, non devono aver subito sanzioni disciplinari di stato nei cinque anni precedenti la scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso.

Sui posti messi a concorso sono previste riserve speciali per i familiari del personale delle Forze Armate deceduto in servizio (4 posti), nonché riserve per gli appartenenti ai ruoli dei Marescialli (14 posti), dei Sergenti (un posto) e dei Volontari in servizio permanente (un posto).

Le fasi della selezione

Il concorso prevede una serie di fasi:

  • Prova preselettiva in caso di un numero di domande maggiore di 800
  • Prova scritta di cultura generale,
  • Prova scritta di inglese
  • Prova scritta di cultura tecnico-professionale
  • Valutazione dei titoli
  • Prove di efficienza fisica
  • Accertamenti sanitari e attitudinali.
  • Prova orale che comprende un colloquio su almeno 4 materie estratte a sorte dal programma specificato nel bando ufficiale.

Ruoli Speciali: nomina e formazione

I vincitori del concorso saranno nominati Sottotenenti in servizio permanente del ruolo speciale delle Armi. Tuttavia, la nomina sarà subordinata all’accertamento continuo del possesso dei requisiti, incluso un esame approfondito della condotta e delle qualità morali. I nuovi Sottotenenti inizieranno il servizio in via provvisoria, con riserva dell’esito positivo del corso applicativo, che avrà una durata minima di 3 mesi. Al termine del corso, seguirà un ulteriore periodo formativo mirato a uniformare la preparazione nell’ambito delle attività connesse al nuovo status di Ufficiale.

Esercito, concorso Ruoli Speciali: la domanda di partecipazione

È fondamentale che i candidati interessati presentino le domande di partecipazione entro il 9 dicembre 2023. La procedura di reclutamento è interamente gestita online attraverso il portale dedicato del Ministero della Difesa. Per completare il processo di registrazione e partecipazione, è necessario disporre di credenziali SPID, CIE o CNS.

Concorso, Ruoli Speciali: il bando

Per tutti i dettagli riguardanti il concorso, consigliamo di consultare attentamente il BANDO UFFICIALE (clicca qui per scaricarlo), pubblicato anche sulla Gazzetta Ufficiale.

Aggiornamenti 

Per ulteriori aggiornamenti invitiamo i lettori a visitare il gruppo facebook e ad entrare nel nostro canale telegram con tutte le news sui concorsi pubblici del Ministero della Difesa.

Ultimi articoli

Ufficio del Processo: possibile conversione dei contratti a tempo indeterminato. Tutte le novità

Importanti novità in arrivo per tutti coloro che hanno partecipato al concorso indetto per il reclutamento di addetti all’Ufficio...

Potrebbe interessarti anche