lunedì, 24 Giugno 2024

RIPAM 2293 posti, profilo AMM: riconosciuta errata dal TAR domanda inglese, ecco entro quando fare ricorso

Di questo autore

Il 24 febbraio scorso FormezPA ha pubblicato la graduatoria finale di merito per il profilo AMM del concorso 2293 RIPAM.

La pubblicazione consente ai candidati inseriti in graduatoria di poter usufruire delle numerose pronunce del TAR Lazio, che nei mesi scorsi hanno disposto l’annullamento di un quesito inglese, dando la possibilità ai candidati che non avevano superato la prova scritta di poter essere riammessi nella procedura concorsuale, grazie al riesame del punteggio conseguito alla prova scritta.

Il quesito in questione, di inglese, chiedeva al candidato di individuare un sinonimo di “honest”, purtroppo, però, nel quesito non erano presenti soluzioni esatte, ciò ha condotto il TAR ad annullarlo consentendo ai ricorrenti di ottenere un aumento di punteggio pari al massimo dei punti conseguibili per il quesito ed alla rimozione della penalità ingiustamente applicata.

Nello specifico il Giudice ha affermato: “La risposta indicata come corretta dall’Amministrazione è senza dubbio sbagliata perché presenta un errore grammaticale, dato che “Truthful” si scrive con una sola “l”. Il medesimo termine con due “l”, invece, non corrisponde ad alcun vocabolo della lingua inglese. In merito occorre ricordare che, secondo il pacifico orientamento della giurisprudenza amministrativa, sia di primo grado che di appello, in sede di pubblico concorso, «ove la prova sia articolata su risposte multiple, corre l’obbligo per l’amministrazione di una formulazione chiara, non incompleta né ambigua della domanda, che a sua volta deve contemplare una sola risposta “indubitabilmente esatta”» (così, da ultimo, Cons. Stato, 1° agosto 2022, n. 6756). Ebbene, nel caso di specie, appare ictu oculi l’erroneità della risposta indicata come corretta dall’Amministrazione, con conseguente sindacabilità di un ambito pur caratterizzato da amplissima discrezionalità.

I ricorrenti hanno, quindi, potuto ottenere fino a 1 punto composto dal riconoscimento del punteggio per il quesito pari a + 0,75 ed alla rimozione della penalità pari a + 0,25.

La recente pubblicazione della graduatoria di merito consentirà agli idonei vincitori e non, che hanno incontrato il quesito in questione di adire il Giudice Amministrativo per richiederne l’annullamento, la rettifica del punteggio e l’aggiornamento della posizione in graduatoria.

Ciò consentirà ai ricorrenti, che ingiustamente non sono rientrati tra i vincitori, di poter rientrare tra questi ultimi o per i vincitori di poter ottenere una posizione migliore nell’ottica di poter ambire ad una sede più favorevole, infatti il recupero di fino a 1 punto potrà consentire un miglioramento anche di diverse migliaia di posizioni.

Si precisa che il termine di 60 giorni per proporre ricorso decorre dal 24 febbraio, data di pubblicazione della graduatoria e che, quindi, restano ancora 30 giorni per agire.

Inoltre, la formulazione della graduatoria per BARCODE rende necessario richiedere, tramite accesso agli atti, i dati dei controinteressati all’Amministrazione, conseguentemente si consiglia a chi intende proporre ricorso di tenere conto delle tempistiche per la definizione della procedura di accesso (fino a 30 giorni).

I candidati interessati a proporre ricorso al TAR Lazio potranno, tramite la nostra redazione, contattare l’avv. Riccardo Ferretti, specializzato in Diritto Amministrativo con speciale riguardo alla materia dei concorsi pubblici, che per primo ha curato le questioni sorte nell’ambito del concorso in questione, patrocinando la maggior parte dei ricorsi ed ottenendo i provvedimenti che hanno condotto all’annullamento dei quesiti concorsuali.

L’avvocato si è messo a disposizione per gli utenti della pagina al fine di fornire tutte le informazioni necessarie a chi vorrà proporre ricorso straordinario per il riconoscimento del punteggio.

Pertanto, chi è interessato ad ulteriori informazioni può inviare una mail con allegato il questionario per chiedere informazioni ed una valutazione del questionario (in maniera totalmente gratuita) all’indirizzo [email protected] o compilare il seguente form

SIMULATORE GRATUITO CONCORSI PUBBLICI – WORKY

Informiamo i nostri lettori che, per i prossimi concorsi pubblici banditi (sia RIPAM che da altri enti) renderemo disponibile sulla nostra app “Worky – Concorsi e lavoro” la simulazione del concorso. Si tratta di un’app totalmente gratuita scaricabile sia su dispositivi Apple che Android che permette agli utenti di potersi esercitare sulle materie del concorso comodamente dal proprio smartphone.

L’app permette di poter rispondere a un vasto database di domande per prepararsi ai concorsi pubblici. In occasione della prova del Concorso per l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, lo staff di Concorsi-pubblici e Worky ha reso disponibile sull’app Worky anche le materie per esercitarsi in maniera del tutto gratuita (Per scaricare l’app Android dal Play Store, clicca qui; Per scaricare l’app dall’Apple Store, clicca qui.).

L’app “Worky – Concorsi e Lavoro” offre anche la possibilità di selezionare solamente determinati gruppi di domande e poter quindi lavorare, ad esempio, sulle risposte errate date in precedenti occasioni: in questo modo, si potrà ripassare e migliorare a ogni utilizzo dell’app e ogni volta che si ripete un quiz. Per qualsiasi dubbio circa l’app e le sue funzioni, potete mandare una mail all’indirizzo [email protected]

 

Ultimi articoli

Concorso MAECI per 381 assistenti: calendario prove scritte

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) ha pubblicato il calendario delle prove scritte per il...

Potrebbe interessarti anche