giovedì, 30 Maggio 2024

Concorsi pubblici, il Consiglio di Stato blocca la riforma

Il Consiglio di Stato ha bloccato la riforma relativa ai concorsi pubblici: ecco di cosa si tratta nello specifico

Di questo autore

Il Consiglio di Stato ha bloccato la riforma relativa ai concorsi pubblici. Di seguito, dunque, vi daremo maggiori informazioni sugli obiettivi del testo contestato.

STOP ALLA RIFORMA DEI CONCORSI PUBBLICI

Con il parere 137/2023 il Consiglio di Stato ha espresso alcune obiezioni al decreto che riscrive le regole relative ai concorsi pubblici. Dopo più di 28 anni, si è deciso di riscrivere e riformare tutto ciò che concerne i concorsi. L’obiettivo del testo, infatti, era quello di rivedere e superare alcune situazioni di svantaggio per garantire equità e massima trasparenza per i candidati.

Tuttavia, il Consiglio di Stato non sembrerebbe essere perfettamente d’accordo sul testo e ha mostrato delle perplessità. I giudici amministrativi, nello specifico, ritengono che sia doverosa una valutazione della digitalizzazione delle procedure. Ecco cosa si legge all’interno del parere del Consiglio di Stato:

“Al fine di perseguire e valorizzare le potenzialità insite nel ricorso alle nuove tecnologie, in termini di velocizzazione e di semplificazione delle modalità di presentazione delle domande di partecipazione e anche dello svolgimento delle stesse prove selettive, la Sezione ritiene che sia necessaria e utile una panoramica dei principali profili di rischio derivanti dalla loro utilizzazione”.

Inoltre, i giudici chiedono un’attenta valutazione anche per quanto riguarda le norme sulla parità di genere. Si legge sul parere che “l’assenza di una analisi di dati e di elementi di fatto, relativi alla situazione attuale delle amministrazioni non consente di comprendere l’efficacia della nuova disciplina rispetto alle finalità dichiarate e di escludere che si tratti solo di una sorta di “riaffermazione di principio”, a prescindere da una sua effettiva valenza in termini di risoluzione di situazioni discriminatorie effettivamente esistenti e non altrimenti correggibili che con un nuovo ed ulteriore intervento normativo”.

AGGIORNAMENTI

Per consultare il parere integrale, vi consigliamo di cliccare al link allegato di seguito: Consiglio-di-Stato-parere-137-2023.

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web concorsi-pubblici.orgalla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram. 

Ultimi articoli

Bando di concorso per 25 posti per Segretariato generale Presidenza della Repubblica

La Presidenza della Repubblica ha pubblicato il bando per il concorso 2024, mirato alla selezione di 25 impiegati per...

Potrebbe interessarti anche