lunedì, 24 Giugno 2024

Concorsi Agenzia delle Entrate 2023: le possibili materie da studiare

Di questo autore

Com’è noto l’Agenzia delle Entrate, in seguito all’approvazione della Legge di Bilancio, è stata autorizzata a bandire concorsi per l’assunzione di circa 5.000 nuove figure che si andranno ad inserire nell’organico dell’Ente. Si tratta di assunzioni a tempo pieno e indeterminato rivolte sia laureati che diplomati.

Di seguito, dunque, le figure professionali ricercate e le possibili materie da studiare per i concorsi pubblici.

CONCORSI AGENZIA DELLE ENTRATE: SUDDIVISIONE POSTI

I 5.000 inserimenti che verranno effettuati da parte dell’Agenzia delle Entrate riguardano i seguenti profili professionali:

  • 130 funzionari tecnici;
  • 13 assistenti in provincia di Bolzano;
  • 2.500 funzionari (bando 2022);
  • 1.644 funzionari (bando 2023);
  • 60 assistenti informatici.

Gli inserimenti verranno formalizzati attraverso l’indizione di concorsi pubblici, in parte già indetti nel 2022:

  • Secondo semestre 2022:
    – 130 funzionari tecnici
    – 13 assistenti in provincia di Bolzano
    – 2.500 funzionari (primo bando);
  • Primo semestre 2023:
    – 1.644 funzionari (secondo bando);
    – 60 assistenti informatici.

FASI DI SELEZIONE E MATERIE DA STUDIARE

Per ogni procedura concorsuale, i candidati dovranno sostenere le seguenti fasi di selezione:

Prova oggettiva attitudinale volta a misurare alcune competenze trasversali attraverso la somministrazione di un test riguardante logica verbale, ragionamento logico e verbale, logica, matematica, aritmetica, algebra e ragionamento numerico-deduttivo.
– Prova oggettiva tecnico-professionale, volta a misurare le conoscenze tecniche dei candidati nelle materie previste dai relativi bandi di concorso attraverso la somministrazione di una serie di quesiti a risposta multipla;
– Tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale.

SIMULATORE GRATUITO

Non resta altro che attendere la pubblicazione dei bandi per iniziare a studiare in vista delle prove. Quindi, informiamo i nostri lettori che non appena saranno pubblicati i bandi dei concorsi renderemo disponibili sulla nostra app “Worky – Concorsi e lavoro” le simulazioni del concorso. Si tratta di un’app totalmente gratuita scaricabile sia su dispositivi Apple che Android che permette agli utenti di potersi esercitare sulle materie del concorso comodamente dal proprio smartphone.

Con un’interfaccia semplice e intuitiva, l’app permette di poter rispondere a un vasto database di domande per prepararsi ai concorsi pubblici. In occasione delle prove dei concorsi, lo staff di Concorsi-pubblici e Worky renderà disponibili sull’app Worky le materie per esercitarsi in maniera del tutto gratuita (Per scaricare l’app android dal Play Store, clicca qui;  Per scaricare l’app dall’Apple Store, clicca qui.).

L’app “Worky – Concorsi e Lavoro” offre anche la possibilità di selezionare solamente determinati gruppi di domande e poter quindi lavorare, ad esempio, sulle risposte errate date in precedenti occasioni: in questo modo, si potrà ripassare e migliorare a ogni utilizzo dell’app e ogni volta che si ripete un quiz. Per qualsiasi dubbio circa l’app e le sue funzioni, potete mandare una mail all’indirizzo [email protected]

AGGIORNAMENTI

Per tutti gli aggiornamenti circa i concorsi Agenzia delle Entrate invitiamo i nostri lettori ad unirsi ai nostri gruppi Facebook e Telegram ad essi dedicati.

Ultimi articoli

Concorso MAECI per 381 assistenti: calendario prove scritte

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) ha pubblicato il calendario delle prove scritte per il...

Potrebbe interessarti anche