martedì, 31 Gennaio 2023

Concorsi scuola, Legge di Bilancio: 70mila nuovi docenti

Di questo autore

Concorso Comune di Napoli, scoperti nuovi quesiti errati alla prova scritta: come fare ricorso al TAR

Dopo la pubblicazione del nostro ultimo articolo relativo alla presenza di un quesito di informatica errato nel questionario somministrato...

Aovr Verona, concorso pubblico per 10 assistenti amministrativi: bando e requisiti

L'Aovr (Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata) di Verona ha indetto un concorso per l'assunzione di 10 assistenti amministrativi appartenenti alle...

ASL Latina: 20 posti di infermiere a tempo determinato

L'ASL di Latina ha indetto un concorso pubblico per l'assunzione a tempo determinato di 20 collaboratori professionali sanitari-infermieri, cat....

Sono previsti una serie di nuovi concorsi per la scuola. Secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio, tra il 2023-2024 verranno assunti migliaia di docenti attraverso l’indizione di selezioni pubbliche.

CONCORSI SCUOLA: 70MILA ASSUNZIONI

Nella Legge di Bilancio 2023, attualmente al vaglio del Governo, sono presenti anche delle misure per il settore istruzione contenute nell’art. 100. Nel dettaglio si parla di un finanziamento di 150 milioni di euro per gli aumenti degli stipendi del personale della scuola e un aumento della dotazione economica per lo svolgimento dei concorsi.

Si parla di 70mila assunzioni di nuovi docenti, richieste dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), che avverranno tra il 2023 e il 2024. La Legge di Bilancio andrà ad aggiungere 10 milioni di euro che verranno utilizzati per coprire le spese per l’organizzazione delle procedure concorsuali per il reclutamento del personale docente delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

PROBLEMI DI TEMPISTICHE

Come detto in precedenza, le assunzioni richieste dal PNRR devono avvenire entro dicembre del 2024. Questi nuovi inserimenti, però, devono avvenire seguendo il nuovo sistema introdotto dalla riforma reclutamento docenti. Proprio per questo sembrano essere stati riscontrati dei problemi sulle tempistiche del PNRR.

Giuseppe Valditara, il Ministro dell’Istruzione e del Merito, ha più volte ribadito che c’è un ritardo sulle riforme del PNRR per la scuola ed è per questo che probabilmente verrà richiesta all’Ue una proroga per la realizzazione.

AGGIORNAMENTI 

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri utenti ad unirsi al gruppo Facebook dedicato ai concorsi indetti dal MIUR.

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web concorsi-pubblici.orgalla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram. 

Ultimi articoli

Concorso Comune di Napoli, scoperti nuovi quesiti errati alla prova scritta: come fare ricorso al TAR

Dopo la pubblicazione del nostro ultimo articolo relativo alla presenza di un quesito di informatica errato nel questionario somministrato...

Potrebbe interessarti anche