martedì, 31 Gennaio 2023

Regione Sicilia, domande sbagliate ai concorsi: in 12 vincono i ricorsi ed entrano in graduatoria

In Sicilia in 12 hanno presentato un ricorso contro alcuni concorsi pubblici per delle domande errate: i candidati hanno vinto e sono in graduatoria

Di questo autore

Concorso Comune di Napoli, scoperti nuovi quesiti errati alla prova scritta: come fare ricorso al TAR

Dopo la pubblicazione del nostro ultimo articolo relativo alla presenza di un quesito di informatica errato nel questionario somministrato...

Aovr Verona, concorso pubblico per 10 assistenti amministrativi: bando e requisiti

L'Aovr (Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata) di Verona ha indetto un concorso per l'assunzione di 10 assistenti amministrativi appartenenti alle...

ASL Latina: 20 posti di infermiere a tempo determinato

L'ASL di Latina ha indetto un concorso pubblico per l'assunzione a tempo determinato di 20 collaboratori professionali sanitari-infermieri, cat....

In Sicilia, 12 candidati a diversi concorsi pubblici hanno presentato il ricorso a causa di alcune domande sbagliate presenti nelle varie prove. La contestazione è stata accolta positivamente dai giudici del TAR permettendo ai candidati di rientrare nella graduatoria. Di seguito, vi riporteremo i dettagli della notizia e i concorsi pubblici oggetto di polemiche.

I CONCORSI OGGETTO DEL RICORSO IN SICILIA: DALL’UFFICIO PROCESSO, ALL’ISTRUZIONE

Sono 12 i siciliani che hanno deciso di presentare ricorso a causa di alcune problematiche informatiche ovvero risposte considerate errate ma che di fatto non lo erano. Questo errore ha inevitabilmente creato disagi ad alcuni candidati che si sono visti esclusi dalle graduatorie al termine delle procedure concorsuali.

Per esempio, questa problematica si è riscontrata nel concorso per l’Ufficio Processo, ma anche al concorso bandito dal Ministero dell’Istruzione dove sono state diverse le domande annullate poiché considerate errate.

Anche il maxi concorso per il Ministero della Giustizia, che prevedeva l’assunzione di 5.410 nuove unità, è stato contestato. Ad esempio, è saltato all’occhio un quesito riguardava il numero relativo delle fasi previste nel procedimento della revisione costituzionale. In questo caso, i giudici hanno riconosciuto l’assenza di una risposta esatta, perché “le fasi da considerare sarebbero sei”. Questa opzione, però, non era presente nella domanda.

I protagonisti di questa vicenda, alla fine, sono stati inseriti in graduatoria poiché le domande considerate errate sono state annullate. Alcuni di questi sono riusciti ad ottenere anche un’assunzione.

AGGIORNAMENTI 

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web concorsi-pubblici.orgalla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram. 

ALTRE NOTIZIE – TUTTI I CONCORSI ATTIVI A DICEMBRE

In attesa dell’indizione di nuovi concorsi pubblici, di seguito sono presentate le procedure concorsuali attive per il mese di dicembre. Si tratta di bandi indetti dagli enti pubblici, regionali e ministeriali, attraverso i quali verranno effettuate delle assunzioni a tempo pieno e indeterminato o determinato: “Concorsi pubblici, tutti i bandi attivi a dicembre”.

Ultimi articoli

Concorso Comune di Napoli, scoperti nuovi quesiti errati alla prova scritta: come fare ricorso al TAR

Dopo la pubblicazione del nostro ultimo articolo relativo alla presenza di un quesito di informatica errato nel questionario somministrato...

Potrebbe interessarti anche