venerdì, 19 Luglio 2024

Ministero dell’Università e della Ricerca: 136 posti di ricercatori per l’Università di Palermo

Di questo autore

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha indetto un concorso per il reclutamento di 136 posti di ricercatore a tempo determinato, nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), per l’Università di Palermo.

SUDDIVISIONE POSTI

I 136 posti messi in palio nella procedura concorsuale sono stati così suddivisi:

  • CN00000023: otto ricercatori;
  • CN00000033: ventuno ricercatori;
  • CN00000041: un ricercatore;
  • ECS00000022: trenta ricercatori;
  • PE00000004: otto ricercatori;
  • PE00000005: undici ricercatori;
  • PE00000018: dodici ricercatori;
  • PE00000019: quattordici ricercatori;
  • PE00000021: quindici ricercatori;
  • PNC0000002: due ricercatori;
  • IR00000014: tredici ricercatori;
  • IR00000012: un ricercatore.

MINISTERO DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA: 136 POSTI DI RICERCATORI

Tra i requisiti necessari per poter prendere parte alla selezione pubblica è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o titolo equivalente, conseguito in Italia o all’estero, ovvero per i settori interessati. È possibile candidarsi al concorso entro e non oltre il 19 dicembre 2022.

Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno prendere visione del citato provvedimento attuativo: clicca qui.

ALTRI CONCORSI – UNIVERSITÀ DI PADOVA

L’Università di Padova ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di 49 ricercatori con regime di impegno a tempo pieno, mediante la stipula di un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, di durata triennale. È possibile prendere parte al concorso entro e non oltre le ore 13:00 del 5 dicembre 2022.

AGGIORNAMENTI 

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web concorsi-pubblici.orgalla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram. 

Ultimi articoli

Corso di preparazione Concorso ASMEL 2024: iscriviti entro il 21 luglio con prezzo scontato!

Come riportato nei giorni scorsi, la nostra Redazione, insieme a noti docenti esperti in materia (in particolare il Dott....

Potrebbe interessarti anche