mercoledì, 7 Dicembre 2022

Concorso Ministero Giustizia, pubblicate graduatorie: quando ci sarà scelta sedi e immissione servizio

Di questo autore

Concorso ANAC: assunzioni per 20 funzionari a tempo indeterminato

E’ indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di un contingente complessivo di personale non...

Concorso Regione Campania, la giunta regionale ha approvato gli atti: tutti i dettagli

Nelle scorse settimane il presidente della regione, Vincenzo De Luca, durante la diretta sui propri canali social, ha annunciato l’arrivo...

Concorsi pubblici in uscita nel 2023: oltre 20mila posti di lavoro

L’anno che ci aspetta sarà ricco di nuovi concorsi pubblici. Quello che si prospetta, infatti, è un inverno che...

Nel mese di giugno si sono concluse le prove scritte del concorso Ministero della Giustizia indetto in attuazione del PNRR e finalizzato all’assunzione di 5.410 risorse tecnico-amministrative destinate agli uffici giudiziari con contratto di lavoro a tempo determinato, per la durata massima di 36 mesi.

Finalmente qualche giorno fa sono state pubblicate, sul sito di Formez, le graduatorie dei vincitori per tutti i profili professionali. Pertanto, è possibile consultarle liberamente a quest’indirizzo.

Ai vincitori, adesso, non resta che attendere la convocazione per la scelta delle sedi la sottoscrizione del contratto.

CONCORSO MINISTERO GIUSTIZIA: QUANDO CI SARA’ L’IMMISSIONE IN SERVIZIO?

Il Ministero della Giustizia ha reso noto, nella giornata di ieri, informazioni riguardo la scelta delle sedi e l’immissione in servizio dei vincitori del concorso indetto per l’assunzione di 5.410 unità tecnico-amministrative.

L’amministrazione, quindi, informa i vincitori che la convocazione degli stessi, per la scelta delle sedi e la sottoscrizione del contratto, avverrà dal 12 al 20 ottobre prezzo la Corte d’Appello di ciascun distretto secondo il calendario che sarà pubblicato sul sito istituzionale del Ministero della Giustizia.

Inoltre, si informano i candidati che l’immissione in servizio è prevista a partire dalla data del 21 novembre.

POSSIBILE RICORSO AL TAR?

In ogni caso, nonostante la pubblicazione delle graduatorie, non può dirsi la parole fine in merito a questo concorso. Difatti, con una recentissima pronuncia il TAR Lazio ha annullato il quesito sul numero di fasi del procedimento di revisione costituzionale, somministrato nel corso della prova scritta del concorso indetto da RIPAM per il Ministero della Giustizia per il reclutamento di personale non dirigenziale di fascia F1 e F2. Tale pronuncia può incidere, chiaramente, sulle graduatorie. Per scoprire come fare per partecipare al ricorso al TAR, cliccate qui. 

AGGIORNAMENTI

Per restare aggiornati sul concorso in questione invitiamo gli utenti ad iscriversi al nostro Gruppo Facebook e Gruppo Telegram.

Ultimi articoli

Concorso ANAC: assunzioni per 20 funzionari a tempo indeterminato

E’ indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di un contingente complessivo di personale non...

Potrebbe interessarti anche