sabato, 1 Ottobre 2022

Ministero della Difesa: 194 VFP4 in Marina e Capitaneria di Porto

Di questo autore

Ministero della Cultura: più di 6.300 assunzioni entro il 2024

Recentemente il Ministero della Cultura e i sindacalisti hanno presentato un nuovo piano dei fabbisogni del personale triennale, grazie...

Università di Milano, concorso: 19 posti area biblioteche

L'Università di Milano ha indetto un concorso per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di 19 unità di personale,...

Regione Veneto, concorso per 45 assunzioni: i bandi

La Regione Veneto ha indetto nuovi concorsi per il 2022 con l'obiettivo di assumere 45 unità. Le assunzioni saranno...

Il Ministero della Difesa ha indetto un nuovo concorso pubblico. La procedura prevede il reclutamento di 194 VFP4 nelle Forze speciali e Componenti specialistiche della Marina militare, riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) della Marina militare in servizio.

SUDDIVISIONE POSTI

I 194 posti messi in palio nel concorso sono così suddivisi:

  • 188 posti nel Corpo equipaggi militari marittimi (CEMM), così distribuiti:
    – 92 posti per la categoria Fucilieri di Marina (FCM);
    – 5 posti per la categoria Incursori (IN);
    – 3posti per la categoria Palombari (PA);
    – 34 posti per la categoria Marinai – settore d’impiego «Sommergibilisti»;
    – 54 posti per la categoria Marinai – settore d’impiego «Componente aeromobili»;
  •  6 posti nel Corpo delle Capitanerie di porto (CP), per la categoria Nocchieri di porto – settore d’impiego «Componente aeromobili».

MINISTERO DELLA DIFESAREQUISITI

Per prendere parte al concorso è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il giorno del compimento del 30° anno di età;

  • diploma di scuola superiore;
  • non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna;

  • non essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi;

  • non avere in atto un procedimento disciplinare avviato a seguito di procedimento penale che non si sia concluso con sentenza irrevocabile di assoluzione perché il fatto non sussiste ovvero perché l’imputato non lo ha commesso;

  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o di polizia, a esclusione dei proscioglimenti a domanda e per inidoneità psico-fisica e quelli disposti ai sensi dell’art. 957, comma 1, lettere b) ed e-bis) del Codice dell’ordinamento militare; non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • aver tenuto condotta incensurabile;
  • non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
  • idoneità psico-fisica e attitudinale;
  • il possesso di determinati attestati/abilitazioni indicati nel testo integrale del bando;

CANDIDATURA 

È possibile prendere parte alla selezione unicamente tramite modalità telematica. Entro e non oltre l’8 settembre 2022, gli interessati possono candidarsi attraverso il seguente portale online del Ministero della Difesa. È possibile consultare il testo integrale del bando nella Gazzetta Ufficiale.

Per tutti gli aggiornamenti sui concorsi relativi alle Forze Armate invitiamo i nostri utenti a collegarsi al nostro gruppo Facebook.

AGGIORNAMENTI

Per essere sempre aggiornati sui nuovi concorsi pubblici in uscita invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web concorsipubblici.org, alla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram.

Ultimi articoli

Ministero della Cultura: più di 6.300 assunzioni entro il 2024

Recentemente il Ministero della Cultura e i sindacalisti hanno presentato un nuovo piano dei fabbisogni del personale triennale, grazie...

Potrebbe interessarti anche