sabato, 1 Ottobre 2022

Comune di Napoli, concorso per laureati: profili professionali e materie d’esame

Di questo autore

Ministero della Cultura: più di 6.300 assunzioni entro il 2024

Recentemente il Ministero della Cultura e i sindacalisti hanno presentato un nuovo piano dei fabbisogni del personale triennale, grazie...

Università di Milano, concorso: 19 posti area biblioteche

L'Università di Milano ha indetto un concorso per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di 19 unità di personale,...

Regione Veneto, concorso per 45 assunzioni: i bandi

La Regione Veneto ha indetto nuovi concorsi per il 2022 con l'obiettivo di assumere 45 unità. Le assunzioni saranno...

Nella giornata di ieri 9 agosto sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale i bandi per il concorso indetto dal Comune di Napoli per un totale di 1.394 nuove assunzioni, a tempo determinato e indeterminato, distribuite su diversi profili professionali.

Dei 1.394 posti messi a bando ben 577 sono dedicati ai candidati in possesso della laurea. Di seguito analizziamo i profili professionali richiesti e le materie oggetto d’esame.

CONCORSO COMUNE DI NAPOLI: PROFILI PROFESSIONALI

Come anticipato il Comune di Napoli ha indetto un concorso pubblico, per esami, per il reclutamento di 577 laureati di cui 378 a tempo pieno e indeterminato e 199 a tempo pieno e indeterminato.

I profili professionali sono così suddivisi:

  • 169 unità di Istruttore direttivo amministrativo di cui 100 a tempo indeterminato e 69 a tempo determinato;
  • 70 unità di Istruttore direttivo economico finanziario di cui 40 a tempo indeterminato e 30 a tempo determinato;
  • 111 unità di Istruttore direttivo tecnico di cui 87 a tempo indeterminato e 24 a tempo determinato;
  • 31 unità di Istruttore direttivo informatico di cui 25 a tempo indeterminato e 6 a tempo determinato;
  • 10 unità di Istruttore direttivo comunicazione e informazione a tempo indeterminato;
  • 20 unità di Istruttore direttivo culturale a tempo indeterminato;
  • 15 unità di Istruttore direttivo scolastico a tempo indeterminato;
  • 90 unità di assistente sociale di cui 20 a tempo indeterminato e 70 a tempo determinato;
  • 8 unità di Istruttore direttivo agronomo a tempo indeterminato;
  • 53 unità di Istruttore direttivo Polizia Locale a tempo indeterminato.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Per prendere parte al concorso i candidati dovranno essere in possesso, tra gli altri, dei seguenti requisiti specifici:

  • Istruttore direttivo amministrativo – Laurea in una delle seguenti classi: L-14 scienze dei servizi giuridici, L-36 scienze politiche e delle relazioni internazionali, L-33 Scienze economiche L-40 Sociologia, L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale, L- 16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, ovvero Diploma di laurea (DL) in: Giurisprudenza, Scienze politiche, Economia e commercio, Scienze dell’Amministrazione o titoli equiparati;
  • Istruttore direttivo economico finanziario – Laurea in una delle seguenti classi: L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L33 Scienze economiche, L- 36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali, ovvero Diploma di laurea (DL) in: Economia e commercio; Economia aziendale; Economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali; Economia e gestione dei servizi; Economia politica; Scienze economiche, statistiche e sociali; Economia delle istituzioni e dei mercati finanziari; Economia e finanza, Ingegneria gestionale, o titoli equiparati;
  • Istruttore direttivo tecnico – Laurea in una delle seguenti classi: L-7 ingegneria civile e ambientale, L-17 scienze dell’architettura, L-21 scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale, (L34) scienze geologiche, L- 9 Ingegneria industriale, L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia, ovvero Diploma di laurea (DL) in: Ingegneria civile; Ingegneria edile; Architettura; Ingegneria edile architettura; Ingegneria per l’ambiente e il territorio; Pianificazione territoriale e urbanistica; Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale; Urbanistica o titoli equiparati;
  • Istruttore direttivo informatico – Laurea in una delle seguenti classi: L-8 ingegneria dell’informazione; L-31 scienze e tecnologie informatiche ovvero Diploma di laurea (DL) in: ingegneria informatica; ingegneria elettronica; ingegneria delle telecomunicazioni, ingegneria gestionale; informatica; scienze dell’informazione o titoli equiparati;
  • Istruttore direttivo Comunicazione e Informazione – Laurea in una delle seguenti classi: L-14 scienze dei servizi giuridici, L-33 Scienze economiche, L-10 Lettere; L-5 Filosofia; L-20 Scienze della comunicazione; L- 40 Sociologia; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali, L-16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione ovvero Diploma di laurea (DL) in: Giurisprudenza; Economia e commercio; Lettere; Filosofia; Scienze della comunicazione; Sociologia; Scienze politiche; Relazioni pubbliche o titoli equiparati;
  • Istruttore direttivo Cultura – Laurea in una delle seguenti classi: L-10 Lettere; L-5 Filosofia; L-1 Beni culturali; L-3 Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda; L-43 tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali; L- 40 Sociologia; L-15 scienze del turismo; L-24 Scienze e tecniche psicologiche ovvero Diploma di laurea (DL) in: Lettere; Filosofia; Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo; Conservazione dei beni culturali; Sociologia; Economia del turismo; Psicologia o titoli equiparati;
  • Istruttore direttivo Scolastico – Laurea in una delle seguenti classi: L19 Scienze dell’educazione e della formazione; LM85bis Scienze della formazione primaria integrata da un corso di specializzazione per complessivi 60 crediti formativi universitari, ovvero Diploma di laurea (DL) in: psicologia; pedagogia; scienze dell’educazione; scienze della formazione primaria o titoli equiparati;
  • Assistente sociale – Laurea in una delle seguenti classi: Laurea Triennale nella classe 6 – Scienze del Servizio Sociale (DM 509/1999) o nella classe L-39 Servizio Sociale (DM 270/2004), ovvero Laurea Magistrale (LM) o Laurea Specialistica (LS) nella classe 57/S – Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (DM 509/1999), oppure Laurea magistrale nella classe LM-87 – Servizio sociale e politiche sociali (DM 270/2004) ovvero Diploma di Laurea triennale in Servizio Sociale o titoli equiparati e iscrizione all’albo professionale;
  • Istruttore direttivo Agronomo – Laurea in una delle seguenti classi: L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali L32 Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura; L-38; Scienze zootecniche e tecnologie delle produzioni animali, oppure Diploma di laurea (DL) in: Scienze forestali; Scienze forestali e ambientali; Scienze agrarie; Scienze ambientali; Scienze e tecnologie agrarie o titoli equiparati;
  • Istruttore direttivo Polizia Locale: possesso della patente di guida e possesso requisiti di natura psico-fisica, acutezza visiva, visus naturale, normalità del senso cromatico, luminoso e del campo visivo e di funzione uditiva normale.
    Inoltre, è richiesta la laurea in una delle seguenti classi: L-14 scienze dei servizi giuridici; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali; L-16 scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione; L-33 Scienze economiche; L- 40 Sociologia, L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale, ovvero Diploma di laurea (DL) in Giurisprudenza; Scienze politiche; Scienze dell’amministrazione; Economia e commercio; Sociologia o titoli equiparati.

FASE DI SELEZIONE

I candidati dovranno affrontare le seguenti fasi di selezione:

PROVA PRESELETTIVA

La prova preselettiva avrà luogo qualora il numero dei candidati ammessi al concorso sia superiore a 10 volte il numero delle unità di personale da selezionare. La prova consisterà nella risoluzione, in 60 minuti, di 60 quesiti a risposta multipla di cui n. 20 attitudinali per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale e n. 40 diretti a verificare la conoscenza di diritto costituzionale, amministrativo e diritto degli enti locali.

Al termine dello svolgimento della prova sarà stilata una graduatoria sulla base del punteggio ottenuto che non potrà essere superiore a 30/30. A ciascuna risposta sarà attribuito il seguente punteggio:

Risposta esatta: +0,50 punti;

– Mancata risposta o risposta per la quale siano state marcate due o più opzioni: 0 punti;

– Risposta errata: -0,10 punti

PROVA SCRITTA

La prova scritta consisterà nella risoluzione di n. 40 quesiti da risolvere in 60 minuti e si intende superata al raggiungimento di un punteggio minimo di 21/30. A ciascuna risposta sarà attribuito il seguente punteggio:

– Risposta esatta: +0,75 punti;

– Mancata risposta o risposta per la quale siano state marcate due o più opzioni: 0 punti;

– Risposta errata: -0,15 punti

Le materie oggetto della prova scritta sono specifiche per il singolo profilo per cui si concorre e sono elencate di seguito:

ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO

– diritto costituzionale, con particolare riferimento al Titolo V della Costituzione;

– diritto degli enti locali

– diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, agli atti amministrativi, all’accesso agli atti, alla trasparenza, all’anticorruzione, al codice dei contratti pubblici e alla protezione dei dati personali;

– ordinamento istituzionale, finanziario e contabile degli Enti Locali;

– documentazione amministrativa: modalità di autocertificazione da parte del cittadino, procedure e controlli;

– disciplina dei contratti nella pubblica amministrazione;

– norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riguardo ai processi di riforma nonché alle responsabilità, doveri, diritti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;

– elementi di diritto penale con riguardo ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– competenze digitali.

ISTRUTTORE DIRETTIVO ECONOMICO E FINANZIARIO

– diritto costituzionale, con particolare riferimento al Titolo V della Costituzione;

– diritto degli enti locali;

– diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, agli atti amministrativi, all’accesso agli atti, alla trasparenza, all’anticorruzione, al codice dei contratti pubblici e alla protezione dei dati personali;

– disciplina dei contratti nella pubblica amministrazione;

– norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riguardo ai processi di riforma nonché alle responsabilità, doveri, diritti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;

– elementi di diritto penale con riguardo ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– contabilità pubblica, con particolare riferimento all’ordinamento finanziario e contabile degli enti locali;

– organizzazione delle amministrazioni pubbliche: gestione per obiettivi e relativi strumenti di programmazione, controllo e valutazione;

– sistema tributario degli enti locali;

– competenze digitali.

ISTRUTTORE DIRETTIVO TECNICO

– normativa in materia di lavori pubblici e gestione del territorio;

– normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei cantieri e nei luoghi di lavoro;

– progettazione e manutenzione delle infrastrutture viarie e relative norme tecniche;

– tecnica delle costruzioni;

– legislazione nazionale e regionale in materia di edilizia e urbanistica;

– nozioni di estimo, catasto e topografia;

– occupazione ed espropriazione per pubblica utilità;

– elementi di diritto costituzionale;

– ordinamento degli enti locali;

– diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;

– disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– competenze digitali.

ISTRUTTORE DIRETTIVO INFORMATICO

– progettazione, sviluppo, monitoraggio e supervisione di sistemi di gestione, elaborazione e trasmissione dati dell’Ente;

– progettazione, implementazione, gestione e sviluppo del portale istituzionale dell’Ente, di siti tematici e in generale dei servizi internet;

– gestione della sicurezza delle reti e tutela della privacy, cura della conservazione e salvaguardia della integrità dei dati;

– programmazione degli acquisti relativi all’approvvigionamento dei sistemi informativi dell’Ente, definendo le specifiche funzionali e tecniche per la realizzazione o acquisizione di prodotti e soluzioni di sistemi informatici e telematici;

– metodi e tecnologie per la gestione di progetti ICT innovativi;

– formazione del personale dell’Ente sui temi ICT e supporto alla divulgazione della cultura digitale nei più ampi contesti di intervento dell’Amministrazione.

– principi e tecniche di ingegneria del software: tecniche e linguaggi di modellazione di sistemi software (UML); Principi, requisiti e standard di qualità del software;

– costruzione e gestione di database relazionali e sistemi big data;

– attività sistemistiche informatiche, progettazione, sviluppo e conduzione di reti, data center virtuali e cloud;

– nozioni fondamentali in materia di Amministrazione digitale (D.lgs. 82/2005 ss.mm. e relativi provvedimenti di attuazione);

– nozioni fondamentali in materia di ordinamento giuridico e contabile degli Enti Locali e public procurement;

– nozioni fondamentali in materia di trasparenza e prevenzione della corruzione nelle Pubbliche amministrazioni;

– normativa sulla prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro;

– elementi di diritto costituzionale;

– ordinamento degli enti locali;

– diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, protezione dei dati personali;

– disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati informatici e reati contro la Pubblica Amministrazione.

ISTRUTTORE DIRETTIVO COMUNICAZIONE E INFORMAZIONE

– teorie, tecniche e strumenti dell’ufficio stampa e del linguaggio giornalistico;

– comunicazione pubblica;

– social media;

– gestione mediatica di eventi di rilevanza locale e nazionale;

– disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni;

– organizzazione e gestione di eventi stampa;

– elementi di diritto costituzionale;

– ordinamento degli enti locali;

– diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, protezione dei dati personali;

– disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati a mezzo stampa e ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– competenze digitali.

ISTRUTTORE DIRETTIVO CULTURALE

– normativa in materia di funzioni, organizzazione e competenze degli enti locali nell’ambito della cultura e della promozione turistica;

– normativa in materia di beni culturali;

– legislazione nazionale e regionale in materia di promozione e organizzazione di attività culturali, biblioteche, musei e sistemi bibliotecari/museali, associazionismo e sport;

– normativa in materia di organizzazione di attività culturali e manifestazioni ricreative sul territorio;

– disposizioni relative alla safety e security;

– elementi di diritto costituzionale;

– ordinamento degli enti locali;

– diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;

– disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– competenze digitali.

ISTRUTTORE DIRETTIVO SCOLASTICO

– legislazione in materia di nidi d’infanzia;

– argomenti di pedagogia generale: il ruolo e il significato della progettazione educativa, dell’osservazione e della valutazione, il valore dell’ambiente e del gruppo, il valore della documentazione;

– ruolo del coordinamento psicopedagogico nei nidi d’infanzia;

– i contenuti educativi e didattici dei nidi: il progetto pedagogico da 0 a 3 anni;

– psicologia dell’età evolutiva;

– legislazione in materia di Terzo Settore (D,Lgs 117/2017 e Decreto Del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 1-03-2021);

– ruolo degli EE.LL. in ambito scolastico;

– inserimento scolastico alunni disabili;

– elementi di diritto costituzionale;

– ordinamento degli enti locali;

– diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;

– disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– competenze digitali.

ASSISTENTE SOCIALE

– principi di psicologia generale e della disabilità;

– elementi di pedagogia generale;

– legislazione nazionale e regionale in materia di disabilità;

– nozioni di diritto di famiglia;

– aspetti teorici, contenuti e metodologie inerenti alla pianificazione degli interventi, alla programmazione e all’organizzazione delle azioni a favore di utenti disabili;

– deontologia ed etica professionale;

– normativa sulla sicurezza dei dati e sulla tutela della privacy;

– principi, modelli teorici e metodologie d’intervento del servizio sociale;

– elementi di diritto costituzionale;

– ordinamento degli enti locali, con particolare riferimento all’area sociale e all’integrazione sociosanitaria;

– diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;

– disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– competenze digitali.

ISTRUTTORE DIRETTIVO AGRONOMO

– nozioni in materia di pianificazione e vincoli territoriali;

– legislazione in materia di contratti pubblici con particolare riferimento alla progettazione e all’esecuzione di lavori e servizi;

– legislazione in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro con particolare riferimento ai cantieri temporanei e mobili;

– alberature in ambito urbano: progettazione, gestione, tecniche di conservazione e di controllo;

– gestione del verde pubblico in ambito territoriale e strumenti di diagnostica per la valutazione della stabilità degli alberi;

– piano d’Azione Nazionale (PAN) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (Direttiva 128/2009/CE, D.Lgs 150/2012, DM 22.01.2014);

– decreto legislativo n.34 del 3 aprile 2018 “Testo unico in materia di foreste e filiere forestali; Gestione dei sistemi agricoli e silvo-pastorali, tecnica agronomica e forestale;

– elementi di diritto costituzionale;

– ordinamento degli enti locali, con particolare riferimento all’area sociale e all’integrazione sociosanitaria;

– diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;

– disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– competenze digitali.

ISTRUTTORE DIRETTIVO POLIZIA LOCALE

– compiti di Polizia giudiziaria e in materia di indagini preliminari;

– ordinamento e funzioni della polizia locale;

– legislazione in materia di circolazione stradale;

– nozioni di disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– illeciti amministrativi e sistema sanzionatorio;

– elementi di diritto costituzionale;

– ordinamento degli enti locali, con particolare riferimento all’area sociale e all’integrazione sociosanitaria;

– diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;

– disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;

– elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;

– competenze digitali.

Ricordiamo ai candidati che sia per la prova preselettiva che per la prova scritta non è prevista la pubblicazione di una banca dati.

PROVA ORALE                                                                             

L’ultima fase di selezione è la prova orale che riguarderà le materie oggetto delle prove scritte e sarà accertata la conoscenza della lingua inglese. La prova si intende superata al raggiungimento di un punteggio di 21/30.

Ricordiamo, inoltre, che esclusivamente per il profilo di Agente di Polizia Locale, i candidati che avranno superato le precedenti prove dovranno sostenere una prova per la verifica del possesso dell’efficienza fisica necessaria allo svolgimento dei compiti di istituto che consisterà nelle seguenti attività da eseguirsi in sequenza: corsa, salto in alto e sollevamenti alla sbarra.

AGGIORNAMENTI

Per ulteriori informazioni riguardo il concorso indetto dal Comune di Napoli rimandiamo alla lettura del seguente articolo.

Per restare aggiornati sul concorso invitiamo i nostri lettori a collegarsi ai nostri gruppi Facebook e Telegram dedicati.

Ultimi articoli

Ministero della Cultura: più di 6.300 assunzioni entro il 2024

Recentemente il Ministero della Cultura e i sindacalisti hanno presentato un nuovo piano dei fabbisogni del personale triennale, grazie...

Potrebbe interessarti anche