sabato, 20 Agosto 2022

Riforma reclutamento docenti: i cambiamenti in seguito alla Crisi di Governo

Di questo autore

Comune di Roma, nuovo concorso in arrivo: 1500 posti di vigile urbano

È in arrivo un nuovo concorso pubblico nel Comune di Roma. La procedura prevede l'assunzione di 1500 posti di...

Comune di Napoli, come inviare la domanda per il concorso da 1.394 posti

Il Comune di Napoli ha indetto tre concorsi pubblici per l'assunzione di 1.394 unità. I bandi sono disponibili anche...

ASL Genova, 43 posti: come candidarsi

Nelle settimane scorse l'ASL di Genova ha indetto un nuovo concorso pubblico. La procedura concorsuale prevede la selezione a...

Dopo le dimissioni di Mario Draghi, oramai ex Presidente del Consiglio, in molti si chiedono cosa aspettarsi per alcune sue riforme. In particolar modo, in molti i dubbi riguardano come e cosa potrebbe cambiare nella riforma docenti.

RIFORMA RECLUTAMENTO DOCENTI: COSA E COME È CAMBIATA?

Come detto in precedenza, solo poche settimane fa Mario Draghi ha deciso dare le proprie dimissioni e gli italiani saranno chiamati alle urne il prossimo 25 settembre.

Nonostante il bel Paese sia in piena crisi di governo, quest’ultimo è comunque tenuto a fornire una certa continuità amministrativa anche in riferimento a tutti i decreti legislativi attuativi di deleghe già approvate dal Parlamento.

Tra i decreti legislativi approvati dal Parlamento durante il governo Draghi rientra la riforma sul reclutamento docenti. Pubblicato nel PNRR 2, nel testo sono presentati tutti i cambiamenti sul concorso per il reclutamento di insegnanti, per la formazione e l’abilitazione al ruolo.

Come oramai noto da settimane, nel testo del decreto si parla sì del reclutamento, ma anche del percorso di formazione degli insegnanti. Riguardo quest’ultimo nodo, si può dire che esso si articola nei seguenti punti:

  • un percorso universitario e accademico abilitante di formazione iniziale e prova finale corrispondente a non meno di 60 crediti formativi universitari o accademici, dove si acquisiscono le competenze teoriche-pratiche;
  • concorso pubblico nazionale, indetto a cadenza annuale su base regionale o interregionale;
  • un periodo di prova della durata di un anno con valutazione conclusiva.

Per saperne di più sui concorsi Miur, vi invitiamo ad iscrivervi al nostro gruppo Facebook e Telegram.

AGGIORNAMENTI

Per essere sempre aggiornati sui nuovi concorsi pubblici in uscita invitiamo i nostri lettori a collegarsi alla nostra pagina web concorsipubblici.org, alla nostra pagina Facebook e alla nostra pagina Instagram.

Ultimi articoli

Comune di Roma, nuovo concorso in arrivo: 1500 posti di vigile urbano

È in arrivo un nuovo concorso pubblico nel Comune di Roma. La procedura prevede l'assunzione di 1500 posti di...

Potrebbe interessarti anche