martedì, 5 Luglio 2022

Banca d’Italia: dubbi sullo svolgimento delle preselettive

Di questo autore

Concorso ASMEL 2022, ecco il simulatore gratuito per chi vuole esercitarsi

È finalmente disponibile la nuova app "Worky - Concorsi e lavoro" per la simulazione dei concorsi pubblici che viene...

ASIA Napoli, concorso 500 posti: ecco come candidarsi

Dopo tanta attesa dal primo annuncio, è stato pubblicato il bando per il concorso ASIA Napoli. Questa procedura prevede...

Concorso segretari comunali 2021: pubblicata la banca dati

Il 1 luglio è stata pubblicata la banca dati per il concorso segretari comunali 2021. I candidati, dunque, potranno...

Il concorso Banca d’Italia per 25 esperti con orientamento nelle discipline giuridiche dovrebbe essere alle porte.

Secondo le ultime indiscrezioni di cui abbiamo parlato in questo articolo, la prova preselettiva dovrebbe tenersi nel mese di aprile, le prove scritte tra maggio e giugno, ed infine la prova orale a settembre.

LE ULTIME NOTIZIE

Sulla base delle notizie emerse negli ultimi giorni, le domande pervenute per entrambi i profili di esperti ammonterebbero in totale a 5.800.

Secondo le disposizioni previste dai due bandi di partecipazione, invece, la Banca d’Italia si riserverebbe la facoltà di procedere a una preselezione mediante test nel caso in cui le relative domande di partecipazione fossero superiori, complessivamente, alle 8.000 unità.

Il rischio, quindi, è che la prova preselettiva non sarà svolta.

Com’è noto il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione è il 21 marzo 2022, pertanto si dovrà attendere tale scadenza per poter conoscere il reale numero delle domande di partecipazione presentate.

IL CONCORSO

Nel frattempo, di seguito riepiloghiamo, in breve, tutte le informazioni relative al concorso Banca d’Italia.

LE POSIZIONI

I due concorsi pubblici indetti sono volti all’assunzione di:

  • 19 Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche;
  • 6 Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche per le esigenze delle Segreterie tecniche dell’Arbitro Bancario Finanziario e della struttura centrale di coordinamento.

I REQUISITI SPECIFICI

Per entrambi i profili è richiesto il possesso della Laurea magistrale/specialistica, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti classi:

  • giurisprudenza;
  • scienze giuridiche;
  • scienze della politica;
  • scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • relazioni internazionali;
  • altra laurea equiparata.

LO STIPENDIO

Lo stipendio per gli esperti Banca d’Italia neoassunti si aggira intorno ai € 43.036 lordi annui.

LE PROVE

Il concorso si articola in tre prove:

  • una prova preselettiva (eventuale) che consiste in un test sulle materie previste dalla prova scritta e sulla lingua inglese;
  • una prova scritta che consiste nello svolgimento di tre quesiti a risposta sintetica sulle materie indicate nei programmi d’esame;
  • una prova orale, infine, consiste in un colloquio sulle materie indicate nei programmi e in una conversazione in lingua inglese. Inoltre possono formare oggetto di colloquio l’argomento della tesi di laurea e le esperienze professionali eventualmente maturate.

AGGIORNAMENTI

Per tutti gli aggiornamenti invitiamo i nostri lettori ad unirsi ai nostri Gruppi Facebook e Telegram appositamente dedicati al concorso Banca d’Italia.

Ultimi articoli

Concorso ASMEL 2022, ecco il simulatore gratuito per chi vuole esercitarsi

È finalmente disponibile la nuova app "Worky - Concorsi e lavoro" per la simulazione dei concorsi pubblici che viene...

Potrebbe interessarti anche