martedì, 5 Luglio 2022

PNRR Giustizia: in arrivo il nuovo concorso giustizia 2022

Di questo autore

Concorso ASMEL 2022, ecco il simulatore gratuito per chi vuole esercitarsi

È finalmente disponibile la nuova app "Worky - Concorsi e lavoro" per la simulazione dei concorsi pubblici che viene...

ASIA Napoli, concorso 500 posti: ecco come candidarsi

Dopo tanta attesa dal primo annuncio, è stato pubblicato il bando per il concorso ASIA Napoli. Questa procedura prevede...

Concorso segretari comunali 2021: pubblicata la banca dati

Il 1 luglio è stata pubblicata la banca dati per il concorso segretari comunali 2021. I candidati, dunque, potranno...

Nuove notizie sul fronte PNRR Giustizia: è in arrivo, infatti, un nuovo bando di concorso per l’assunzione di 5410 nuove risorse da destinare agli uffici del Ministero della Giustizia.

Si tratterà, com’è noto, di assunzioni a tempo determinato aperte a laureati e diplomati.

Di seguito vi segnaliamo tutte le novità emerse negli ultimi giorni.

LA NOVITA’

Durante un’interrogazione parlamentare, la Ministra della Giustizia Marta Cartabia ha annunciato l’arrivo del bando del Concorso Ministero Giustizia entro aprile 2022.

Come anticipato, i posti messi a bando saranno 5410 con la stipula di contratti di lavoro a tempo determinato della durata di 36 mesi.

LE FIGURE PROFESSIONALI

Il concorso PNRR Giustizia sarà aperto a laureati e diplomati secondo la seguente ripartizione:

LAUREATI

  • 180 unità per il profilo di Tecnico IT senior;
  • 200 unità per il profilo di Tecnico di contabilità senior;
  • 150 unità per il profilo di Tecnico di edilizia senior;
  • 40 unità per il profilo di Tecnico statistico;
  • 1.060 unità per il profilo di Tecnico di amministrazione;
  • 30 unità per il profilo di Analista di organizzazione;

DIPLOMATI

  • 70 unità per il profilo di Tecnico di edilizia junior
  • 400 unità per il profilo di Tecnico di contabilità junior 
  • 280 unità per il profilo di Tecnico IT junior
  • 3.000 unità per il profilo di Operatore di data entry

Per il profilo diplomati, dunque, la vera novità sarà rappresentata dal reclutamento di circa 3000 unità nel ruolo di operatore data entry.

LE PROVE

Secondo le ultime indiscrezioni, tale procedura concorsuale consisterà in una duplice fase:

  • valutazione dei titoli
    nel caso in cui la laurea ed il diploma di scuola secondaria risultassero conseguiti da non più di 7 anni sarà considerato un punteggio maggiore e, precisamente, il doppio dei punti previsti dal bando.
  • prova scritta
    consisterà nella risoluzione di diversi quesiti a risposta multipla.

IL BANDO

Per il bando ufficiale bisognerà attendere ancora qualche tempo, la cui pubblicazione avverrà sul sito web di Formez P.A. al quale accedere mediante tale link: http://ripam.cloud (Portale Step One 2019).

AGGIORNAMENTI

Per tutti gli aggiornamenti circa tale procedura concorsuale invitiamo i nostri utenti ad iscriversi ai nostro gruppo Facebook dedicato al Concorso Ministero della Giustizia 5410 posti. 

Ultimi articoli

Concorso ASMEL 2022, ecco il simulatore gratuito per chi vuole esercitarsi

È finalmente disponibile la nuova app "Worky - Concorsi e lavoro" per la simulazione dei concorsi pubblici che viene...

Potrebbe interessarti anche