venerdì, 30 Settembre 2022

Assunzioni 2022-2026: stime sull’occupazione e i profili più richiesti

Di questo autore

Ministero della Cultura: più di 6.300 assunzioni entro il 2024

Recentemente il Ministero della Cultura e i sindacalisti hanno presentato un nuovo piano dei fabbisogni del personale triennale, grazie...

Università di Milano, concorso: 19 posti area biblioteche

L'Università di Milano ha indetto un concorso per l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di 19 unità di personale,...

Regione Veneto, concorso per 45 assunzioni: i bandi

La Regione Veneto ha indetto nuovi concorsi per il 2022 con l'obiettivo di assumere 45 unità. Le assunzioni saranno...

Dato il periodo di crisi che attualmente sta attraversando l’Italia dallo scoppio della pandemia, in molti si chiedono quale sarà la sorte dell’economia e, di conseguenza, del lavoro. Nel tentativo di trovare risposta a queste domande, Unioncamere e ANPAL hanno redatto un report sulle future assunzioni nel prossimo quinquennio (2022 2026).

ASSUNZIONI 2022 2026: RAPPORTO

Come detto in precedenza, Unioncamere e ANPAL, nell’ambito del Sistema Informativo Excelsior, hanno pubblicato l’11 febbraio 2022 un rapporto sulle previsioni riguardanti le assunzioni del prossimo quinquennio. Il tutto parte da due possibili scenari in cui l’Italia si potrebbe ritrovare dopo la crisi pandemica.

LE DUE IPOTESI

Dalle recenti analisi si stima che dopo la fine della crisi dovuta all’emergenza Covid-19, l’economia si possa rialzare e crescere. Una possibile crescita dell’economia potrebbe essere influenzata dall’utilizzo dei fondi PNRR, messi a disposizione dall’Europa. Già da mesi il Governo sta impiegando tale risorsa per tentare di favorire nuove assunzioni nella Pubblica Amministrazione.

Ma da queste analisi sono venuti alla luce due possibili scenari che riguardano il sentiero di crescita economica che il Paese potrebbe intraprendere:

  • PRIMO SCENARIO: è una delle ipotesi redatte dal Fondo Monetario Internazionale nel World Economic Outlook dell’ottobre 2021. Si presuppone che nel 2022 avvenga una ripresa con un tasso di crescita del PIL del 4,2%. Da quest’anno in poi è quindi prevista una crescita;
  • SECONDO SCENARIO: questa ipotesi, tenendo sempre conto delle risorse fornite dall’Europa e dall’impiego efficente che potrebbero esserne fatte, vede una crescita economica del 4,7% nel 2022, del 2,8% nel 2023 e dell’1,9% nel 2024.

PROFILI PROFESSIONALI PIÙ RICHIESTI

All’interno di quest’analisi sono stati valutati i possibili settori e quindi anche i profili professionali più richiesti nel 2022 2026. Da ciò sono emerse le seguenti figure:

  • PROFESSIONI SPECIALISTICHE E TECNICHE: tra di esse, ad avere il tasso di fabbisogno più elevato sono:
    – ingegneri, stimato tra il 4,5% e il 5,1%;
    -specialisti della formazione e della ricerca (professori, esperti dei progetti formativi, insegnanti, ricercatori) con un tasso del 4,5-4,8%, e per cui si prevede anche un ampio fabbisogno in termini assoluti (300-320.000 unità nel quinquennio);
  • PROFESSIONI IMPIEGATIZIE E DEI SERVIZI: in questo caso, ad emergere dal report sono i servizi sanitari e sociali, quali gli addetti all’assistenza e gli operatori socio-assistenziali;
  • OPERAI SPECIALIZZATI E ARTIGIANI: in questo settore, per elevato tasso di fabbisogno, spiccano i conduttori di macchine movimento terra, sollevamento e maneggio dei materiali (4,7% e 5,4%). Sempre secondo le stime, un certo peso lo avranno anche i seguenti profili:
    – artigiani e operai specializzati delle costruzioni e nel mantenimento di strutture edili (4,2-4,6%);
    – addetti alle rifiniture delle costruzioni (3,9-4,2%);
    -gli addetti dell’industria estrattiva e nella manutenzione degli edifici (3,6-3,8%);
  • ALTRI SETTORI: secondo le ultime stime, si prospetta una gran ripresa da parte del commercio e turismo, successivamente dei settori finanza e consulenza. Altri ambiti con un elevato fabbisogno saranno formazione e cultura e salute.

È possibile leggere il testo integrale del report sulle assunzioni 2022 2026 sulla piattaforma online dell’ANPAL.

ALTRI CONCORSI – COMUNE DI GENOVA: ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO

Il Comune di Genova ha indetto un nuovo concorso pubblico. Si tratta di una procedura per la formazione di 5 graduatorie che interessano i profili di architetto, restauratore e ingegnere. È possibile partecipare entro e non oltre il 23 febbraio 2022.

 

Ultimi articoli

Ministero della Cultura: più di 6.300 assunzioni entro il 2024

Recentemente il Ministero della Cultura e i sindacalisti hanno presentato un nuovo piano dei fabbisogni del personale triennale, grazie...

Potrebbe interessarti anche