giovedì, 20 Gennaio 2022

Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL): in arrivo 1024 assunzioni

Di questo autore

Concorso Maeci: a febbraio le prove scritte verranno svolte da remoto

Come annunciato più di un mese fa, è uscito il calendario delle prove scritte del concorso Maeci (Ministero degli...

Istruttori amministrativi: pubblicati nuovi bandi

Diversi comuni Italiani hanno avviato delle procedure di selezione per l'assunzione delle figure professionali di istruttori amministrativi, categoria C. In particolare...

Scuola Secondaria: in arrivo la prova scritta per le classi A-13

Il MIUR è in procinto di pubblicare il calendario della prova scritta del Concorso Scuola Secondaria. In particolare, le classi...

Con pubblicazione in gazzetta ufficiale del 20 dicembre 2021 della L.215/2021 di conversione al D.L. n.146/2021, sono state disposte “misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili”.

Tra queste, l’art. 13 della L. 215/2021, per il biennio 2021-2022 prevede l’assunzione da parte dell’Ispettorato nazionale del lavoro (INL) di circa 1024 unità mediante lo svolgimento di procedure concorsuali pubbliche.

Di seguito si riporta il testo dell’articolo 13 comma 2:

“l’Ispettorato nazionale del lavoro e’ autorizzato, per il biennio 2021- 2022, a bandire procedure concorsuali pubbliche e, conseguentemente, ad assumere con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, in aggiunta alle facoltà assunzionali previste a legislazione vigente e con corrispondente incremento della vigente dotazione organica, un contingente di personale ispettivo pari a 1.024 unita’ da inquadrare nell’Area terza, posizione economica F1, del contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto Funzioni centrali”.

LE RISORSE DA ASSUMERE

Come già anticipato, l’Ispettorato nazionale del lavoro dovrà reclutare circa 1024 unità a tempo indeterminato da inquadrare nell’Area terza, posizione economica F1.

A tal proposito, l’art. 13 L.215/2021 autorizza la spesa di:

  • € 22.164.286 per il 2022 ed € 44.328.571 a decorrere dal 2023 in relazione a tali assunzioni;
  • € 9.106.800 per il 2022 e di € 6.456.800 a decorrere dal 2023 per le spese di funzionamento connesse alle medesime assunzioni;
  • € 1.500.000 per il 2022 in relazione alle spese relative allo svolgimento e alla gestione dei concorsi pubblici.

AGGIORNAMENTI

Per restare sempre aggiornati circa la pubblicazione del bando per il reclutamento di tali 1024 risorse, nonché per tutti gli altri concorsi pubblici, potete visitare la nostra pagina web cliccando qui. 

Ultimi articoli

Concorso Maeci: a febbraio le prove scritte verranno svolte da remoto

Come annunciato più di un mese fa, è uscito il calendario delle prove scritte del concorso Maeci (Ministero degli...

Potrebbe interessarti anche