giovedì, 19 Maggio 2022

Concorsi Pubblici: 5 consigli utili per prepararsi e vincerli

Di questo autore

Concorso Docenti infanzia e primaria: le graduatorie di alcune regioni

Importanti novità riguardo il Concorso docenti infanzia e primaria. Alcuni Uffici scolastici regionali stanno pubblicando le graduatorie dei vincitori...

Rai, concorso tecnici della produzione: 85 posti disponibili

Vi piacerebbe lavorare in Rai? La Radiotelevisione Italiana S.p.A ha indetto un concorso rivolto a diplomati per la copertura...

Concorsi Istruttori di Vigilanza, i bandi pubblicati e le informazioni necessarie per partecipare

Per l'anno in corso sono disponibili nuovi concorsi e assunzioni per istruttori di vigilanza. Tanti Comuni, in tutta Italia,...

Attualmente sono tanti i concorsi pubblici che offrono l’opportunità di poter ottenere un posto di lavoro nella pubblica amministrazione. Date queste possibilità, sono molti coloro che tentano la strada delle procedure concorsuali. Ad ogni uscita del bando, però, la domanda è sempre una: come prepararsi per vincere con successo un concorso? Di seguito sono presentati 5 consigli utili.

CONCORSI PUBBLICI: 5 CONSIGLI UTILI 

La maggior parte dei concorsi pubblici presenta una fase di selezione, per cui tocca studiare le materie elencate nel bando. Come accade nel periodo scolastico, anche in questo caso occorre applicare il proprio metodo di studio e, in caso di fallimento, cambiarlo. Questi 5 consigli sono utili per la preparazione di un concorso, tentando anche di fornire un metodo di studio che possa essere utile in svariati campi delle procedure.

I consigli che possono aiutare a guidare un aspirante candidato al concorso sulla via del successo, sono i seguenti:

  • leggere bene il bando
  • tempo per prepararsi ai test
  • materiale per lo studio
  • ripasso e quiz
  • l’ansia
1) LEGGERE BENE IL BANDO

Sebbene possa sembrare una cosa ovvia, non lo è affatto. È infatti importantissimo leggere con minuziosa attenzione il testo, così da poter venire a conoscenza delle date in cui si svolgeranno le prove. Inoltre, all’interno del bando sono presenti le materie su cui verteranno gli esami. Molto spesso, oltre agli argomenti inerenti alla figura professionale ricercata, viene richiesta e verificata la conoscenza della lingua inglese.

2) TEMPO PER PREPARARSI AI TEST

Un altro aspetto da non trascurare è il tempo che si ha a disposizione per studiare. È infatti utile organizzare il tempo da dedicare alla preparazione dei test, così da non rischiare di trascurare nessun argomento e di non stressarsi fin troppo.

Il tempo che si ha a disposizione per la preparazione delle prove può variare. Delle volte, infatti, un aspirante candidato può avere a disposizione anche 6 mesi per poter studiare. Ovviamente, è possibile organizzarsi non solo quando si sarà a conoscenza delle date, ma anche quando si avranno le banche dati con domande e risposte.

3) MATERIALE SU CUI STUDIARE

Come detto in precedenza, per potersi organizzare con il tempo a disposizione, è fondamentale essere in possesso del materiale su cui studiare. Una volta indetto un qualsiasi bando, è possibile trovare, cercando su internet e non, diversi manuali su cui studiare.

Oltre ai manuali, un altro metodo è l’iscrizione ad un corso di formazione. Inoltre è possibile prepararsi anche in solitaria, senza spendere nulla, seguendo i video su YouTube. Nonostante questo metodo possa essere conveniente dal punto di vista economico, è sconsigliato in caso si volesse vincere un concorso al primo colpo.

4) QUIZ E RIPASSO

Una volta avvenuta la fase dello studio, il candidato dovrà successivamente proseguire con il ripasso di quanto appreso. Riguardo allo studio e al metodo da applicare, è consigliata una lettura del materiale, una schematizzazione, un’altra lettura, la compilazione di schede semplificate. Una volta effettuati tutti questi passaggi, il ripasso può avvenire anche 10 giorni prima dello svolgimento dei test.

Come metodo di ripasso, inoltre, sono presenti anche i quiz online con all’interno prove relative agli anni precedenti. È inoltre consigliato anche lo studio e il ripasso in gruppo.

5) L’ANSIA 

L’ansia non è affatto un fattore da trascurare, poiché potrebbe comunque condizionare la riuscita di un qualsiasi concorso. Infatti, non influenza solo durante lo svolgimento della prova, ma anche durante il periodo di studio.

È quindi consigliato non dedicarsi unicamente allo studio, ma ritagliarsi anche momenti di svago e di riposo. Inoltre può essere utile anche confrontarsi con gli altri candidati al concorso.

Ultimi articoli

Concorso Docenti infanzia e primaria: le graduatorie di alcune regioni

Importanti novità riguardo il Concorso docenti infanzia e primaria. Alcuni Uffici scolastici regionali stanno pubblicando le graduatorie dei vincitori...

Potrebbe interessarti anche