domenica, 28 Novembre 2021

Concorsi Pubblici, Fratelli d’Italia: “La scuola non ha bisogno di nuovi concorsi, i docenti ci sono e sono altamente formati”

Di questo autore

Funzionario Agenzia delle Entrate: stipendio e mansioni

Lo scorso 13 agosto è stato pubblicato il bando, in Gazzetta Ufficiale e sul sito dell’Agenzia delle Entrate, per il...

Concorso Comune di Napoli: bando, requisiti e cosa studiare. Tutto quello che c’è da sapere

Il Comune di Napoli ha indetto un nuovo concorso per l’assunzione a tempo determinato di 123 nuovi dipendenti che...

Regione Calabria, concorsi Centro per l’impiego: bando da 537 posti

Nuovo concorso Centro per l'impiego - La Regione Calabria sta per bandire un concorso per l'assunzione di 537 unità...

In questo periodo in cui sono tanti i concorsi pubblici che vengono indetti, Fratelli d’Italia ha parlato di un grande problema della Pubblica Amministrazione: il precariato.

Per il partito di Giorgia Meloni, la soluzione da attuare per eliminare tale problema sarebbe la stabilizzazione, per coloro in servizio da almeno trentasei mesi, tramite concorsi e percorsi di formazione abilitanti, utili ad accedere al ruolo ai tanti precari che da anni aspettano di potersi abilitare.

CONCORSI PUBBLICI, FRATELLI D’ITALIA: SCUOLA E PRECARIATO

Ad affrontare questo problema sono stati Ella Bucalo e Paola Frassinetti, deputati di Fratelli d’Italia, responsabili del dipartimento Scuola e Istruzione. Riguardo alla precarietà nella scuola, i due deputati hanno dichiarato che in essa:

“Si registra un paradosso di termini nell’accostare al sostantivo ‘docenti’ due aggettivi antitetici: ‘precari’ e ‘storici’. Se infatti la precarietà implica una condizione di instabilità temporanea, la storicità ne implica una radicata nel tempo. In Italia, invece, abbiamo questa strana ‘figura’: il ‘docente precario storico’. Un evidente paradosso che il ministro Bianchi pare voler mantenere“.

Continuando a scagliarsi contro quanto fatto fino ad adesso, Bucalo e Frassinetti dichiarano che al posto di tentare di risolvere il problema del precariato, viene indetto un concorso straordinario che: “peggiora le condizioni dei partecipanti, imponendo ai candidati vincitori di partecipare a proprie spese a un percorso di formazione anche in collaborazione con le Università, e solo dopo aver superato la prova conclusiva (non si sa in quale anno) riusciranno ad ottenere il ruolo”.

Vi ricordiamo di iscrivervi al nostro gruppo Facebook per restare aggiornati sui concorsi banditi dal Miur.

ALTRI CONCORSI – CONCORSO MEF: 38 POSTI DI PERSONALE DIRIGENZIALE

Il Ministero dell’Economia e Finanze ha indetto un concorso per l’assunzione di 38 unità di personale dirigenziale. Una volta selezionati, i vincitori saranno assunti con contratto a tempo indeterminato e inseriti presso gli uffici nelle sedi centrali di Roma (Lazio). È possibile candidarsi entro e non oltre il 29 novembre 2021.

Ultimi articoli

Funzionario Agenzia delle Entrate: stipendio e mansioni

Lo scorso 13 agosto è stato pubblicato il bando, in Gazzetta Ufficiale e sul sito dell’Agenzia delle Entrate, per il...

Potrebbe interessarti anche