lunedì, 29 Novembre 2021

Bando Concorso INPS: 1858 posti di consulente protezione sociale

Di questo autore

Comune di Milano concorso: 11 collaboratori esterni in vari settori

Il Comune di Milano ha indetto un concorso per l'assunzione di 11 collaboratori esterni all'amministrazione comunale. Questa procedura è...

Pubblica Amministrazione, secondo il ministro Brunetta ci saranno 1,3 milioni di assunzioni entro il 2026

La Pubblica Amministrazione è pronta ad assumere un grande numero di lavoratori entro il 2026: si parla, infatti, di...

Funzionario Agenzia delle Entrate: stipendio e mansioni

Lo scorso 13 agosto è stato pubblicato il bando, in Gazzetta Ufficiale e sul sito dell’Agenzia delle Entrate, per il...

Come annunciato qualche mese fa, è stato pubblicato il bando del Concorso INPS. In palio sono stati messi 1858 posti di consulente protezione sociale nei ruoli del personale dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, area C, posizione economica C1. La procedura riguarda tutto il territorio nazionale.

Di seguito sono fornite tutte le informazioni necessarie riguardo i requisiti richiesti, come candidarsi e le prove che i candidati dovranno sostenere.

REQUISITI

Per chi fosse interessato alla procedura, è necessario essere in possesso dei requisiti elencati nel bando di Concorso INPS:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati dell’Unione Europea;
  • non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico, né essere stato interdetto dai pubblici uffici ai sensi della vigente normativa in materia;
  • essere in possesso di una delle seguenti lauree magistrali/specialistiche:
    – finanza (LM-16 o 19/S),
    – ingegneria gestionale (LM-31 o 34/S),
    – relazioni internazionali (LM52 o 60/S),
    – scienze dell’economia (LM-56 o 64/S),
    – scienze della politica (LM-62 o 70/S),
    – scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63 o 71/S),
    – scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM-76 o 83/S),
    – scienze economicoaziendali (LM-77 o 84/S),
    – scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81 o 88/S),
    – scienze statistiche (LM-82),
    – metodi per l’analisi valutativa dei sistemi complessi (48/S),
    – statistica demografica e sociale (90/S),
    – statistica economica finanziaria ed attuariale (91/S),
    – statistica per la ricerca sperimentale (92/S),
    – scienze statistiche attuariali e finanziarie (LM-83),
    – servizio sociale e politiche sociali (LM-87),
    – programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S),
    – sociologia e ricerca sociale (LM-88),
    – sociologia (89/S),
    – metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali (49/S),
    – studi europei (LM-90 o 99/S),
    – giurisprudenza (LMG-01 o 22/S),
    – teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S),
    – diploma di laurea (DL) secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle predette lauree magistrali;
  • non aver riportato condanne penali, ancorché non passate in giudicato, che impediscano la costituzione o la prosecuzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari laddove previsti per legge;
  • godimento dei diritti politici e civili.

CANDIDATURA

Per prendere parte alla procedura concorsuale, è possibile farlo unicamente tramite procedura telematica. Ciò avverrà attraverso l’utilizzo di PIN INPS oppure SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure CNS (Carta Nazionale dei Servizi) oppure CIE (carta identità elettronica).

Sul portale web dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, il candidato potrà compilare l’apposito modulo della domanda di partecipazione. La data di scadenza è fissata per le ore 16:00 del 2 novembre 2021.  Sempre sul sito è possibile prendere visione del testo integrale del bando del Concorso INPS.

TIPOLOGIA ESAMI

I candidati al Concorso INPS dovranno sostenere le seguenti prove d’esame:

  • PROVA PRESELETTIVA: nell’eventualità in cui pervenga un numero di domande di partecipazione superiore a 25.000. La prova consisterà nella risoluzione di domande a risposte multiple di carattere psicoattitudinale, logica, lingua inglese, competenze informatiche, cultura generale. Il punteggio conseguito nella preselezione non concorre alla formazione della graduatoria di merito del concorso;
  • PRIMA PROVA SCRITTA: consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla, verificando le conoscenze delle seguenti materie:
    – bilancio e contabilità pubblica;
    – pianificazione, programmazione e controllo e organizzazione e gestione aziendale;
    – diritto amministrativo e costituzionale;
    – diritto del lavoro e legislazione sociale.
    Superano la prima prova scritta i candidati che riportano il punteggio di almeno 21/30;
  • SECONDA PROVA SCRITTA: consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla, verificando le conoscenze delle seguenti materie:
    – scienza delle finanze;
    – economia del lavoro;
    – elementi di economia politica;
    – diritto civile;
    – elementi di diritto penale.
    Superano la seconda prova scritta i candidati che riportano il punteggio di almeno 21/30;
  • PROVA ORALE: oltre ad accertare le conoscenze delle materie trattate nelle due prove scritte, si verificherà la conoscenza della lingua inglese e informatica. Superano la prova i candidati che riportano il punteggio di almeno 21/30.

CONCORSO INPS – GRUPPO FACEBOOK E TELEGRAM

Ricordiamo ai nostri utenti che per restare aggiornati quotidianamente sull’evoluzione del Concorso INPS è stato creato un Gruppo Facebook appositamente dedicato. Per iscriversi basta cliccare qui. Per iscriversi invece al Gruppo Telegram occorre cliccare qui.

Ultimi articoli

Comune di Milano concorso: 11 collaboratori esterni in vari settori

Il Comune di Milano ha indetto un concorso per l'assunzione di 11 collaboratori esterni all'amministrazione comunale. Questa procedura è...

Potrebbe interessarti anche