venerdì, 17 Settembre 2021

Concorso Ufficio del processo 8.171 posti: le materie da studiare per la prova scritta

Di questo autore

Segretari comunali, concorso per 172 posti: aperto solo agli idonei

Nella Gazzetta Ufficiale del 14 settembre è disponibile il bando per il nuovo concorso segretari comunali 2021. I posti...

Centri per l’impiego concorsi: 4.500 assunzioni entro il 2021

Sono previste 4.500 assunzioni entro il 2021 nei Centri per l'impiego tramite i vari concorsi che verranno indetti. Questi...

Ministero della Cultura tirocini: 130 posti disponibili

Il Ministero della Cultura sta effettuando selezioni per tirocini formativi e di orientamento per  attività di tutela, fruizione e...

Lo scorso 6 agosto il Ministero della Giustizia ha bandito il Concorso Ufficio del Processo che porterà 8.171 nuove assunzioni di personale non dirigenziale, personale che dovrà occuparsi di assistenza, ricerca e studio di tipo amministrativo a beneficio degli organi della magistratura.

Per partecipare alla procedura concorsuale bisognerà presentare la domanda entro il 23 settembre 2021. Per i vincitori il contratto durerà 2 anni e 7 mesi, come disciplinato dal PNRR. Ricordiamo, inoltre, che per l’iscrizione al bando serve obbligatoriamente la PEC. A tal proposito, consigliamo per i concorsi pubblici quella di SoluzioniPec, che è la più semplice ed efficace. Attraverso questo link puoi iscriverti in maniera veloce.

MATERIE DA STUDIARE

Tra i requisiti per prendere parte al Concorso Ufficio del processo c’è il possesso di una tra le seguenti lauree:
– laurea triennale in Scienze dei servizi giuridici L-14;
– laurea in Giurisprudenza;
– laurea specialistica o magistrale in ambito economico e giuridico

In aggiunta, solo per una quota dei posti banditi, sono anche ammesse le lauree L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali.

Il concorso prevede una valutazione dei titoli e un’unica prova scritta da 40 quesiti a risposta multipla da completare in 60 minuti. Le materie da studiare, quindi, saranno diritto pubblico, ordinamento giudiziario e lingua inglese.

Per quanto concerne il diritto pubblico, di norma esso comprende il diritto amministrativo, il diritto penale, il diritto processuale (costituzionale, penale, amministrativo e civile), il diritto ecclesiastico, il diritto del lavoro e il diritto internazionale che include il diritto dell’Unione Europea. Di solito, però, nei manuali e nell’ambito dei concorsi pubblici, il diritto pubblico comprende solamente il diritto amministrativo e il diritto costituzionale.

Per quanto riguarda, invece, l’ordinamento giudiziario, esso comprende l’insieme di norme che regolano la costituzione e il funzionamento di tutti gli organi che esercitano l’ufficio giurisdizionale. Le norme che attualmente regolano l’ordinamento giudiziario sono:

  • il R.D. n. 12/41 – Legge Grandi
  • le disposizioni del Titolo IV della Costituzione;
  • la legge n. 195/58 relativa alla Costituzione del Consiglio Superiore della Magistratura,
  • la legge 25.7.66 n. 570 e la legge 20.12.73 n. 831 con cui si aboliva la selezione concorsuale ai fini della carriera.

CONCORSO UFFICO DEL PROCESSO – GRUPPI TELEGRAM E FACEBOOK

Ricordiamo, inoltre, che per qualsiasi informazione ulteriore sul Concorso Giustizia 2021  e per restare aggiornati sulle novità in arrivo, sono presenti i Gruppi Telegram e Facebook appositamente dedicati.

 

Ultimi articoli

Segretari comunali, concorso per 172 posti: aperto solo agli idonei

Nella Gazzetta Ufficiale del 14 settembre è disponibile il bando per il nuovo concorso segretari comunali 2021. I posti...

Potrebbe interessarti anche