venerdì, 17 Settembre 2021

Concorso Agenzia delle Entrate 2320 posti: le date delle prove

Di questo autore

Segretari comunali, concorso per 172 posti: aperto solo agli idonei

Nella Gazzetta Ufficiale del 14 settembre è disponibile il bando per il nuovo concorso segretari comunali 2021. I posti...

Centri per l’impiego concorsi: 4.500 assunzioni entro il 2021

Sono previste 4.500 assunzioni entro il 2021 nei Centri per l'impiego tramite i vari concorsi che verranno indetti. Questi...

Ministero della Cultura tirocini: 130 posti disponibili

Il Ministero della Cultura sta effettuando selezioni per tirocini formativi e di orientamento per  attività di tutela, fruizione e...

Dopo la pubblicazione del concorso dell’Agenzia delle Entrate che vede in palio 2320 posti di funzionario, in molti erano in attesa di venire a conoscenza delle date delle prove che i candidati dovranno sostenere. Da poco è stato reso noto il periodo in cui verranno svolte le prove d’esame.

PROVE D’ESAME

Sebbene sia ancora possibile mandare la propria candidatura, entro e non oltre il 30 settembre 2021, sono già iniziate le stime sul numero delle domande di partecipazione previste.

Tenendo in considerazione il concorso del 2018, dove sono stati 500 i posti messi in palio e 90.000 le candidature presentate, l’Amministrazione, per il concorso del 2021, ha previsto circa 150.000 domande di partecipazione. Alla luce di ciò, per le prove d’esame avverrà una divisione in turni.

Da quanto emerso dal testo integrale del bando di concorso, non saranno presenti prove preselettive. I candidati, quindi, dovranno sostenere direttamente la prima prova.

Per quanto riguarda la prima prova, quella oggettiva attitudinale, avrà una durata di massimo 60 minuti e consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla. È previsto un numero di almeno 5.000 candidati al giorno. I partecipanti saranno distribuiti in più sedi, in un numero non superiore a 5 sedi sul territorio nazionale. L’esame si svolgerà dal 26 ottobre 2021 al 20 dicembre 2021.

Per ritenere superata la prima prova, i candidati dovranno ottenere un punteggio di almeno 21/30 e rientrare in graduatoria nel limite massimo di cinque volte il numero dei posti messi a concorso. La prova successiva è oggettiva tecnico-professionale e il suo svolgimento è previsto per il mese di gennaio, precisamente dal 10 al 31 gennaio 2022. Non è però escluso che essa possa essere anticipata a dicembre 2021. Anche questa prova consisterà nella risoluzione di quesiti a risposta multipla, per accertare la conoscenza delle materie specificate nella tabella del relativo concorso presente nel bando.

Infine è prevista una prova orale integrata da un tirocinio teorico-pratico, quest’ultimo della durata di 6 mesi. Vista la situazione pandemica, le prove saranno svolte con l’ausilio di supporti informatici (tablet e pc).

SUDDIVISIONE POSTI

Come detto in precedenza, i posti messi in palio nel concorso sono 2320. I posti sono così suddivisi: sono previsti 370 posti per le Strutture Centrali (20 per attività di controllo di gestione, 10 per attività connesse alla protezione dei dati, 70 per attività legale, 220 per attività fiscale e 50 per attività di fiscalità internazionale) e 1950 posti di funzionari amministrativo-tributari.

I 1950 funzionari amministrativo-tributari sono così suddivisi:

  • – BOLZANO 20 posti
  • – TRENTO 30 posti
  • – ABRUZZO 40 posti
  • – BASILICATA 20 posti
  • – CALABRIA 40 posti
  • – CAMPANIA 60 posti
  • – EMILIA ROMAGNA 320 posti
  • – FRIULI VENEZIA GIULIA 40 posti
  • – LAZIO 105 posti
  • – LIGURIA 50 posti
  • – LOMBARDIA 425 posti
  • – MARCHE 40 posti
  • – MOLISE 20 posti
  • – PIEMONTE 160 posti
  • – PUGLIA 80 posti
  • – SARDEGNA 40 posti
  • – SICILIA 130 posti
  • – TOSCANA 130 posti
  • – UMBRIA 30 posti
  • – VALLE D’AOSTA 10 posti
  • – VENETO 160 posti
  • – UFFICI CENTRALI 220 posti

Inoltre è possibile concorrere sia per le strutture centrali, sia per i posti da funzionario amministrativo-tributario, ma si può scegliere una sola regione.

CANDIDATURA

Per chi fosse interessato a partecipare al concorso dell’Agenzia delle Entrate e concorrere per i 2320 posti messi in palio, è possibile farlo unicamente tramite procedura telematica. Il candidato dovrà essere munito di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) a lui intestato. A tal proposito, consigliamo per i concorsi pubblici quella di SoluzioniPec, che è la più semplice ed efficace. Attraverso questo link puoi iscriverti in maniera veloce. Per i nostri utenti, inoltre, è previsto un codice Promo che permetterà di pagare la PEC 18 euro, anziché 20. In fase di registrazione basterà inserire il codice Promo “concorsi-pubblici” nell’apposito spazio per usufruire dello sconto.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate il candidato potrà compilare il modulo della domanda di partecipazione. Sempre sul portale web, è possibile prendere visione del testo integrale del bando.

Ricordiamo, inoltre, che per qualsiasi informazione ulteriore  sul concorso Agenzia delle Entrate 2021 e per restare aggiornati sulle novità in arrivo, invitiamo i nostri utenti ad iscriversi ai Gruppi Telegram e Facebook appositamente dedicati a questo concorso.

Ultimi articoli

Segretari comunali, concorso per 172 posti: aperto solo agli idonei

Nella Gazzetta Ufficiale del 14 settembre è disponibile il bando per il nuovo concorso segretari comunali 2021. I posti...

Potrebbe interessarti anche