venerdì, 30 Luglio 2021

Concorso 2800 tecnici sud, per il ricorso l’avv. Zuppardi dello Studio Abbamonte chiarisce gli ultimi dettagli: a breve verrà depositato

Di questo autore

Ricorso Concorso tecnici al Sud: le risposte alle domande più frequenti

Il Concorso tecnici al Sud è giunto al termine e pochi minuti fa sul sito del Formez sono state...

Concorso 2800 Tecnici al Sud: graduatorie vincitori e idonei

Sono state pubblicate pochi minuti fa le graduatorie dei vincitori e degli idonei per il Concorso 2800 tecnici al...

Concorso Cpi Sicilia, salta il bando: ecco i motivi dello stop

La Regione Sicilia aveva bandito qualche settimana fa un concorso per assumere personale presso il Centro per l'Impiego (Cpi)....

Con l’inaspettata rettifica riguardante il Concorso per i 2800 tecnici al sud, sono scoppiate le polemiche. Pubblicata l’11 giugno nella Gazzetta Ufficiale, i candidati sono venuti a conoscenza dall’improvviso cambio di direzione: l’accesso alle prove scritte – con inizio il 22 giugno – anche per i 70mila candidati esclusi con la valutazione dei titoli.

Si tratta di una svolta che ha scatenato non poco malcontento per coloro che avevano superato le fasi. La domanda che in molti si sono posti l’11 giugno è: si tratta di una rettifica illegale? Per coloro che hanno affrontato in modo regolare il percorso del concorso, c’è la possibilità di fare ricorso al TAR? A rispondere sono stati gli avv. Ezio Maria Zuppardi e Riccardo Ferretti, membri dello Studio Legale Abbamonte.

Stando a quanto dichiarato da membri del prestigiosissimo studio legale, avv. Ezio Maria Zuppardi e Riccardo Ferretti, la svolta presa con la rettifica per il bando di concorso per i 2800 tecnici al sud contiene disposizioni che illegittimamente riaprono la procedura in favore di soggetti ritenuti non idonei già nella precedente fase pre-selettiva, concretizzandosi così un’ evidente violazione del par condicio concorsuale a discapito di chi aveva regolarmente superato la prima fase di valutazione dei titoli ottenendo, legittimamente, una riduzione della concorrenza che si è rivelata del tutto vana.

Dopo questa premessa, gli avv. Elio Zuppardi e Riccardo Ferretti dello Studio Legale Abbamonte, sito a Napoli, hanno deciso di mettersi a disposizione per fare un ricorso collettivo al TAR. Vista la situazione dei candidati che hanno svolto in maniera regolare le fasi descritte nel bando della procedura concorsuale, il prezzo per tale prestazione è di 150,00 euro per gli utenti di concorsi-pubblici.org, omnicomprensivo per ogni fase del suddetto ricorso al TAR.

Tale ricorso andrà ad evidenziare come questo provvedimento sia ingiusto per coloro che hanno superato le diverse selezioni, costringendoli nuovamente a doversi mettere in competizione con un vasto numero di candidati. Quindi la possibilità di effettuare il ricorso al TAR è rivolta a coloro che avevano superato la prima fase pre selettiva, indipendentemente dal punteggio poi ottenuto negli scritti.

Gli avv. Ezio Maria Zuppardi e Riccardo Ferretti dello Studio Legale Abbamonte hanno già ricevuto moltissime adesioni da parte dei candidati, ricordiamo che gli interessati possono inviare una mail per chiedere ulteriori info (in maniera totalmente gratuita) all’indirizzo [email protected] o al form presente alla fine dell’articolo. Il termine ultimo per aderire al ricorso collettivo che presenterà lo Studio Abbamonte è domani 24 giugno 2021 entro le ore 19.00.

UPDATE 25 giugno: in considerazione delle numerose richieste ricevute anche oggi, gli avv. Zuppardi e Abbamonte hanno deciso di fissare come nuovo termine ultimo oggi 25 giugno 2021, ore 13.00. Per aderire bisogna inviare una mail all’indirizzo [email protected] o o compilare il seguente form:

- Advertisement -

Ultimi articoli

Ricorso Concorso tecnici al Sud: le risposte alle domande più frequenti

Il Concorso tecnici al Sud è giunto al termine e pochi minuti fa sul sito del Formez sono state...
- Advertisement -

Potrebbe interessarti anche

- Advertisement -