giovedì, 28 Ottobre 2021

Fissate le regole definitive per il reclutamento nei Concorsi pubblici: le novità

Ecco le nuove regole di reclutamento a seguito del Decreto Covid

Di questo autore

Concorso Ufficio del Processo, l’annuncio della Ministra Cartabia: “Prove scritte a novembre”. I dettagli

Sono giunte importanti novità nelle ultime ore riguardo il Concorso Ufficio del Processo, indetto lo scorso 6 agosto dal Ministero della...

ASL 5 La Spezia, concorso per 159 posti da OSS

L'ASL 5 La Spezia ha indetto una procedura concorsuale per l'assunzione di 159 posti da OSS, a tempo determinato....

Concorsi Pubblici, i più attesi: i bandi previsti entro la fine dell’anno

Con il passare dei giorni, stanno emergendo nuove indiscrezioni riguardo i concorsi pubblici più attesi. Entro la fine dell'anno,...

A causa della pandemia, i concorsi pubblici hanno dapprima avuto un battuta d’arresto e successivamente si sono adeguati. Il Governo, infatti, sta cercando di velocizzarli e digitalizzarli, così da non rischiare. Le nuove modalità di reclutamento prevedono prove decentrate per evitare assembramenti e test di accesso più rapidi.

Nuove disposizioni del decreto legge Covid

Il Senato ha da poco approvato il decreto legge Covid, ovvero l’art. 10 del dl 44/2021.

Per quanto riguarda le modalità obbligatorie, il decreto legge prevede una sola prova scritta e una prova orale; per i profili ad alta specializzazione tecnica, inoltre, una fase di valutazione dei titoli legalmente riconosciuti correlati alle caratteristiche delle posizioni bandite.

Si prevede anche l’utilizzo di strumenti informatici e digitali. La commissione definisce le procedure e i criteri di valutazione omogenei e vincolanti per tutte le sottocommissioni. Queste procedure saranno pubblicate sul sito dell’amministrazione contestualmente alla graduatoria finale.

I bandi che verranno pubblicati successivamente all’entrata in vigore del decreto legge Covid avranno le seguenti modalità: una sola prova scritta, per i profili specializzati anche la valutazione dei titoli e, infine, l’uso di strumenti digitali e informatici.

A partire dal 3 maggio 2021, la durata massima della prova in presenza è di 1 ora, i candidati e il personale dell’organizzazione devono effettuare il tampone 48 ore prima anche se vaccinati. Obbligo di indossare la mascherina ffp2 fornita dall’organizzazione e ricambi di aria più distanziamento tra i candidati. Necessario è l’allestimento di percorsi differenziati per entrate e uscite.

Ultimi articoli

Concorso Ufficio del Processo, l’annuncio della Ministra Cartabia: “Prove scritte a novembre”. I dettagli

Sono giunte importanti novità nelle ultime ore riguardo il Concorso Ufficio del Processo, indetto lo scorso 6 agosto dal Ministero della...

Potrebbe interessarti anche