domenica, 28 Novembre 2021

Comando Generale della Guardia di Finanza: bando per 1030 allievi marescialli

Di questo autore

Funzionario Agenzia delle Entrate: stipendio e mansioni

Lo scorso 13 agosto è stato pubblicato il bando, in Gazzetta Ufficiale e sul sito dell’Agenzia delle Entrate, per il...

Concorso Comune di Napoli: bando, requisiti e cosa studiare. Tutto quello che c’è da sapere

Il Comune di Napoli ha indetto un nuovo concorso per l’assunzione a tempo determinato di 123 nuovi dipendenti che...

Regione Calabria, concorsi Centro per l’impiego: bando da 537 posti

Nuovo concorso Centro per l'impiego - La Regione Calabria sta per bandire un concorso per l'assunzione di 537 unità...

Da quanto annunciato dal Comando Generale della Guardia di Finanza, è stato indetto un nuovo concorso. Il bando è rivolto alla selezione di 1030 allievi marescialli per il 93° corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di finanza, per l’anno accademico 2021/2022. Di seguito sono elencati la divisione dei posti, i requisiti, come candidarsi e le prove da sostenere.

POSTI A CONCORSO

Il concorso indetto dal Comando Generale della Guardia di Finanza per l’ammissione di 1030 allievi marescialli, ha così diviso i posti disponibili:

  • 983 posti sono destinati al contingente ordinario di cui:
    – 14 sono riservati ai candidati in possesso dell’attestato di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, riferito al diploma d’istruzione secondaria di secondo grado o superiore;
    –  8 sono riservati al coniuge e ai figli superstiti, ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado se unici superstiti, del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia deceduto in servizio e per causa di servizio;
  •  47 posti sono destinati al contingente di mare di cui:
    – 15 per la specializzazione “nocchiere abilitato al comando” (NAC);
    – 13 per la specializzazione “nocchiere” (NCH).

REQUISITI

Per poter prendere parte alla procedura concorsuale indetta dal Comando Generale della Guardia di Finanza, i candidati dovranno possedere i seguenti requisiti:

  • gli appartenenti al ruolo sovrintendenti e al ruolo appuntati e finanzieri, gli allievi finanzieri nonché gli ufficiali di complemento o in ferma prefissata che abbiano completato diciotto mesi di servizio, del Corpo della guardia di finanza che:
    – alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, non abbiano superato il giorno del compimento del trentacinquesimo anno di età;
    – non abbiano demeritato durante il servizio prestato;
    – se in servizio permanente, non siano stati dichiarati non idonei all’avanzamento al grado superiore, ovvero se dichiarati non idonei al grado superiore, abbiano successivamente conseguito un giudizio di idoneità e siano trascorsi almeno due anni dalla dichiarazione di non idoneità;
    – non siano sospesi dal servizio o dall’impiego ovvero in aspettativa;
    – non risultino imputati o condannati per delitti non colposi, né siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione;
    – non siano sottoposti a un procedimento disciplinare di corpo da cui possa derivare l’irrogazione di una sanzione più grave della consegna, a un procedimento disciplinare di stato;
  • i cittadini italiani, anche se già alle armi, che:
    – alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, abbiano compiuto il 17° anno di età e non superato il giorno di compimento del 26° anno di età;
    – abbiano, se minorenni alla data di presentazione della domanda, il consenso dei genitori o del genitore esercente in via esclusiva la potestà o del tutore per contrarre l’arruolamento volontario nella Guardia di finanza;
    – non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di formazione delle Forze armate e di polizia;
    – godano dei diritti civili e politici;
    – non si trovino, alla data dell’effettivo incorporamento, in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della Guardia di finanza;
    – non risultino imputati o condannati per delitti non colposi, né siano o siano stati sottoposti a misure di prevenzione;
    – non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia, a eccezione, per il contingente ordinario, dei proscioglimenti per inattitudine al volo o alla vita di bordo e, per il contingente di mare, dei proscioglimenti per inattitudine al volo;
  • tutti i candidati devono essere in possesso del Diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ad una delle Università statali o legalmente conosciute. Per coloro che non sono ancora in possesso del diploma, possono partecipare chi, pur essendone sprovvisto alla data di scadenza della presentazione della domanda, lo consegue nell’anno scolastico 2020/2021.

DOMANDA

Per candidarsi al concorso indetto dal Comando Generale della Guardia di Finanza, gli interessati potranno farlo unicamente tramite procedura telematica. Collegandosi sul sito, il candidato potrà compilare e inviare la domanda di partecipazione entro e non oltre le ore 12:00 del 20 maggio 2021.

TIPOLOGIE DI PROVE

I candidati al bando del Comando Generale della Guardia di Finanza dovranno sostenere i seguenti esami:

  • prova scritta di preselezione: consiste nello svolgimento di un questionario di 100 domande a risposta multipla, di cui:
    – 10 domande sulla conoscenza della lingua inglese e dell’informatica (n. 5 per ogni disciplina);
    – 25 domande sulle abilità linguistiche e sulla conoscenza orto-grammaticale e sintattica della lingua italiana;
    – 30 domande su argomenti di storia, educazione civica e geografia (10 per ogni disciplina);
    – 35 domande sulla logica matematica;
  •  prove di efficienza fisica:
    – per il contingente ordinario, nei seguenti esercizi ginnici: salto in alto, corsa piana 1000 m e piegamenti sulle braccia;
    – per il contingente di mare, nei seguenti esercizi ginnici: salto in alto, corsa piana 1000 m e prova di nuoto 25 m stile libero.
  • accertamento dell’idoneità attitudinale;
  • accertamento dell’idoneità psicofisica;
  • prova orale;
  • valutazione titoli.

Ultimi articoli

Funzionario Agenzia delle Entrate: stipendio e mansioni

Lo scorso 13 agosto è stato pubblicato il bando, in Gazzetta Ufficiale e sul sito dell’Agenzia delle Entrate, per il...

Potrebbe interessarti anche