lunedì, 19 Aprile 2021

Concorso Magistratura 2021: tutte le novità su date e prove

Di questo autore

Concorsi pubblici 2021: perché e come sono cambiati

La nuova riforma varata dal governo e dal ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta contiene delle importanti novità per...

Comune di Bologna, concorso pubblico per quattro posti da assistenti sociali

Il Comune di Bologna ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l'assunzione di quattro assistenti sociali. La scadenza...

Concorsi pubblici 120 mila posti: le nuove disposizioni per le prove

Nel corso degli anni sono svariati i concorsi pubblici che vengono svolti. Quest'anno è stato indetto quello riguardante i...

Vista la bozza del nuovo decreto Covid, sono state apportate delle novità ai concorsi pubblici che si terranno quest’anno, tra questi c’è il concorso magistratura 2021. Di seguito sono elencate tutte le novità riguardo le date e le prove che sosterranno i candidati.

PROVA SCRITTA

Sono circa 10.000 gli aspiranti giudici che attendono con impazienza le novità apportate in vista della situazione di pandemia che il mondo sta vivendo. I candidati, infatti, stanno aspettando di ricevere aggiornamenti riguardo le date, le modalità con cui si sosterranno le due prove, scritta e orale.

Con la bozza del decreto, sono stati resi noti alcuni aggiornamenti riguardanti la prova scritta. Da quanto ipotizzato, è possibile che essa venga fatta svolgere a luglio, con alcune modifiche riguardo la durata e, di conseguenza, il numero degli argomenti presenti all’interno dell’esame. Inoltre, i membri della commissione esaminatrice verranno scelti 30 giorni (non 15 come negli scorsi anni) prima la data della prova.

Come stabilito per l’esame da avvocato, anche la prova scritta del concorso di magistratura 2021 verrà semplificata rispetto agli anni passati. Anziché 8 ore, i candidati dovranno svolgere l’esame in 4 ore dove verranno applicate le norme anticovid: mascherina protettiva, distanza interpersonale di almeno 2 metri tra un candidato e l’altro.

Per accedere ai locali in cui si svolgeranno le prove, i candidati dovranno presentare una dichiarazione sostitutiva per certificare i requisiti richiesti nel futuro decreto del Ministero della Giustizia, tra cui l’assenza di sintomi del Covid e l’effettuazione del tampone nelle 48 ore antecedenti al giorno dell’esame.

Con la riduzione delle ore, verranno ridotti anche il numero degli argomenti dell’esame che da 3 passano a 2. Il giorno stesso dell’esame avverrà l’estrazione degli argomenti, la materia esclusa, invece, sarà oggetto di approfondimento nella prova orale. Una volta svolto l’esame scritto, potranno accedere a quello successivo solo i candidati che avranno conseguito nelle due prove il voto minimo di 96 punti.

Con l’arrivo del Recovery Plan, oltre ai soliti concorsi pubblici, il Ministero della Giustizia ne indirà altri viste le circa 22.000 assunzioni previste.

 

- Advertisement -
- Advertisement -

Ultimi articoli

Concorsi pubblici 2021: perché e come sono cambiati

La nuova riforma varata dal governo e dal ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta contiene delle importanti novità per...
- Advertisement -

Potrebbe interessarti anche

- Advertisement -