giovedì, 23 Settembre 2021

Nuovi Concorsi Pubblica Amministrazione: 7.900 Posti tra Forze Armate, Enti e Ministeri

Di questo autore

Sanità Molise: nuovi concorsi e 1000 posti di lavoro

Nella sanità del Molise sono presenti varie opportunità di lavoro per il triennio. Ciò avverrà tramite concorsi, liste di...

Ministero della Cultura, concorso per 270 funzionari di archivio

Il Ministero della Cultura bandirà a breve un nuovo concorso per l'assunzione di 270 funzionari archivisti. Questi ultimi, infatti,...

Concorso Ripam prove, il via dal 30 settembre: come prepararsi al meglio?

Dopo tanta attesa, il Formez PA ha reso pubblico un comunicato sul Concorso Ripam e sulla data di partenza...

Assunzioni per 7900 profili nella Pubblica Amministrazione, grazie concorsi che verranno indetti da Forze Armate, Ministeri ed altri Enti Statali.

La maggior parte dei neo assunti riguarderà il rinforzamento unità di personale presenti nelle Forze dell’ordine e sarà il risultato di due decreti interministeriali che prevedono ben 5.590 assunzioni entro l’anno e altre 2.313 tramite nuovi concorsi da bandire entro il 2019.

I nuovi posti di lavoro riguarderanno Polizia, Carabinieri, Vigili del fuoco, Guardia di Finanza, Ministeri, Inps e Agenzia delle Entrate.

Nel dettaglio, i due Dpcm, ora trasmessi alla Corte dei conti per la registrazione, prevedono 2.033 assunzioni nell’Arma dei Carabinieri, a valere sul 2016; 1.032 nella Polizia, 619 nelle Fiamme Gialle; 1.090 nella Polizia penitenziaria e 375 nei ranghi dei Vigili del fuoco. Mentre i concorsi pubblici in arrivo riguardano il Ministero dei Beni Culturali con 509 posti, l’Inps con 730, l’Agenzia delle Entrate con 236 e il Ministero dell’Economia e delle Finanze con 517.

I concorsi che verranno banditi seguiranno le regole della riforma avviata dal Ministro della Pubblica Amministrazione Marianna Madia, con prove centralizzate e tetti agli idonei.

Tra le novità, conseguenza della riforma del pubblico impiego varata definitivamente dal Consiglio dei Ministri a maggio, ci sono il limite al numero dei candidati idonei con un tetto del 20% sui posti messi a concorso, la cadenza regolare dei bandi, nuove procedure semplificate, e la possibilità di razionalizzare e centralizzare le prove concorsuali, per favorire risparmi di spesa e maggiore trasparenza. In via di allestimento anche un sito web dedicato ai bandi pubblici d’Italia, dove si potranno consultare le modalità e tempi di candidatura.

Ultimi articoli

Sanità Molise: nuovi concorsi e 1000 posti di lavoro

Nella sanità del Molise sono presenti varie opportunità di lavoro per il triennio. Ciò avverrà tramite concorsi, liste di...

Potrebbe interessarti anche