domenica, 18 Aprile 2021

Concorsi Garante della Concorrenza, Bando per Praticanti presso gli Uffici AGCM

Di questo autore

Concorsi pubblici 2021: perché e come sono cambiati

La nuova riforma varata dal governo e dal ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta contiene delle importanti novità per...

Comune di Bologna, concorso pubblico per quattro posti da assistenti sociali

Il Comune di Bologna ha indetto un concorso pubblico, per esami, per l'assunzione di quattro assistenti sociali. La scadenza...

Concorsi pubblici 120 mila posti: le nuove disposizioni per le prove

Nel corso degli anni sono svariati i concorsi pubblici che vengono svolti. Quest'anno è stato indetto quello riguardante i...

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha pubblicato bando per l’ammissione di praticanti con riconosciuto rimborso spese.

La selezione riguarda per l’ammissione di 28 Praticanti, presso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, così suddivisi:

– 16 posti per area di riferimento “concorrenza e tutela del consumatore – giuristi”, per i laureati con formazione giuridica interessati a svolgere il praticantato presso le Unità organizzative di tutela della concorrenza e tutela del consumatore;

– 6 posti per l’area di riferimento “rating di legalità e altre competenze – giuristi”, per i laureati con formazione giuridica interessati a svolgere il praticantato presso le Unità organizzative addette all’applicazione dell’art. 5 ter (Rating di legalità delle imprese) del Decreto-legge 1/2012, modificato dal Decreto legge 29/2012 e convertito, con modificazioni, dalla Legge 62/2012, nonché a quelle dedicate al funzionamento e all’amministrazione dell’Autorità (ad esempio: contabilità, biblioteca, acquisti di beni e servizi, personale).

– 6 posti per l’area di riferimento “competenze istituzionali – economisti/statistici”, per i laureati con formazione economica o statistica.

I candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

– aver conseguito una laurea di secondo livello (specialistica, magistrale o ciclo unico), in materie giuridiche, economiche o statistiche, con votazione non inferiore a 105/110;

– non avere compiuto l’età di ventotto anni alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Avviso relativo alla selezione;

– aver maturato esperienze di studio e professionali attinenti all’area per la quale concorrono e correlate agli interessi ed alle competenze istituzionali dell’Autorità;

– non aver frequentato periodi di praticantato a seguito delle selezioni bandite con precedenti delibere dell’Autorità.

Il praticantato non è retribuito, ma viene riconosciuto un rimborso spese di € 400,00 lordi per i residenti nei Comuni compresi nel territorio della Città Metropolitana di Roma Capitale (coincidente con quello della ex Provincia di Roma) e € 600 lordi per i non residenti in tali Comuni, per ogni mese di regolare frequenza, che sarà liquidato in via posticipata nel mese successivo a quello di inizio del praticantato. In caso di inizio o termine del praticantato nel corso del mese, il rimborso sarà rapportato ai giorni di frequenza.

Ai fini del trattamento fiscale, saranno applicati gli artt. 13 e 50, comma 1, lett. c), del DPR 22 dicembre 1986 n. 917 (T.U.I.R.). Per tutto il periodo di permanenza in Autorità, i praticanti saranno coperti – a carico dell’Autorità stessa – dalle garanzie assicurative previste dalla legge.

Le candidature, utilizzando il modulo di partecipazione scaricabile dal sito dell’Autorità, devono pervenire mediante invio all’indirizzo: [email protected] entro venti giorni dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’avviso relativo al bando, ovvero entro il 5 ottobre 2017. Per ulteriori informazioni cliccate qua.

- Advertisement -
- Advertisement -

Ultimi articoli

Concorsi pubblici 2021: perché e come sono cambiati

La nuova riforma varata dal governo e dal ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta contiene delle importanti novità per...
- Advertisement -

Potrebbe interessarti anche

- Advertisement -