martedì, 18 Maggio 2021

Incentivi INPS Per Assunzione Di Disoccupati. Come e Chi Può Fare Domanda

Di questo autore

Comune di Genova bando: copertura di 62 posti di Funzionari Servizi Tecnici

Il Comune di Genova ha indetto un bando di concorso per la copertura di 62 posti di Funzionari Servizi...

Fissate le regole definitive per il reclutamento nei Concorsi pubblici: le novità

A causa della pandemia, i concorsi pubblici hanno dapprima avuto un battuta d'arresto e successivamente si sono adeguati. Il...

Comune di Bacoli: concorso per la copertura di 60 posti di agente di polizia municipale

Il Comune di Bacoli, provincia di Napoli, ha indetto un concorso per la formazione di una graduatoria di 60...

Un nuovo incentivo Inps per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate tra il 1° gennaio 2017 ed il 31 dicembre 2017, in Regioni “meno sviluppate” o “in transizione” nei limiti delle risorse specificamente stanziate, è stato ampiamente descritto attraverso la Circolare n. 41 del 1° marzo 2017.

Possono beneficiare dell’incentivo tutti i datori di lavoro privati che assumono personale senza esservi tenuti, e l’incentivo spetta per l’assunzione di persone disoccupate cioè prive di impiego che danno immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l’impiego e che abbiano un’età compresa tra i 16 e i 24 anni. Chi invece ha più di 25 anni oltre a essere disoccupati, devono risultare privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi e non devono aver avuto, nei 6 mesi precedenti l’assunzione, un rapporto di lavoro subordinato con il datore di lavoro che richiede l’incentivo per assumerli, o con società controllate, collegate o facenti capo, anche per interposta persona, a quest’ultimo.

Nel caso di trasformazione in rapporti a tempo indeterminato dei rapporti a termine non è richiesto il rispetto dell’ulteriore requisito dell’assenza di rapporti di lavoro negli ultimi sei mesi con lo stesso datore di lavoro e non è richiesto il possesso del requisito di disoccupazione.

L’incentivo spetta a condizione che la prestazione lavorativa si svolga in una Regione “meno sviluppata” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) o in una Regione “in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna), indipendentemente dalla residenza della persona da assumere e dalla sede legale del datore di lavoro.

L’incentivo è fruibile in dodici quote mensili dalla data di assunzione/trasformazione del lavoratore e riguarda i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro nella misura massima di 8.060,00 euro (paga mensile pari a euro 671,66) su base annua per ogni lavoratore assunto.

I datori di lavoro che richiedono l’incentivo devono essere in regola con quanto previsto dall’articolo 1, commi 1175 e 1176, della legge 296 / 2006, relativo a:

• adempimento degli obblighi contributivi;
• osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
• rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;
• applicazione dei principi generali in materia di incentivi all’occupazione stabiliti, da ultimo, dall’articolo 31 del decreto legislativo n. 150/2015.

Il datore di lavoro dovrà fare domanda per l’agevolazione Inps attraverso il modulo di istanza online ‘B.SUD’ raggiungibile dal portale web dell’Inps, ed effettuare l’assunzione entro 7 giorni dalla data di accoglimento. Entro 10 giornidalla medesima data, inoltre, dovrà essere comunicata l’avvenuta assunzione e dovrà essere richiesta la conferma della prenotazione effettuata. Se quest’ultima riceverà esito positivo dall’Inps, il richiedente sarà definitivamente ammesso al beneficio.

Per maggiori informazioni è possibile prendere visione dell’intera Circolare Inps n. 41 del 1° marzo 2017 sul sito: www.inps.it

- Advertisement -
- Advertisement -

Ultimi articoli

Comune di Genova bando: copertura di 62 posti di Funzionari Servizi Tecnici

Il Comune di Genova ha indetto un bando di concorso per la copertura di 62 posti di Funzionari Servizi...
- Advertisement -

Potrebbe interessarti anche

- Advertisement -