Grazie al nuovo bando di concorso per titoli e colloqui del MIUR, che sarà disponibile entro il 28 febbraio, potrà essere immesso in ruolo, a decorrere dall’anno [...]

Grazie al nuovo bando di concorso per titoli e colloqui del MIUR, che sarà disponibile entro il 28 febbraio, potrà essere immesso in ruolo, a decorrere dall’anno scolastico 2018 – 2019, il personale che, alla data di entrata in vigore della L. 205 / 2017, è titolare di un contratto di collaborazione coordinata e continuativa stipulato con una scuola statale, per svolgere attività che rientrano in quelle di Assistente Amministrativo e Tecnico.

Gli inserimenti potranno essere effettuati anche con orario di lavoro part time.

Ad oggi non si sanno ancora quali siano i requisiti specifici richiesti, non resta che aspettare la pubblicazione del bando.

Per maggiori informazioni potete visionare i commi 615, 619, 620 e 621 dell’Articolo 1 della Legge di Bilancio 2018 (LEGGE 27 dicembre 2017, n. 205 ), recanti le disposizioni relative al prolungamento dei contratti di collaborazione coordinata e continuativa in essere, e alla nuova procedura concorsuale sulla la pagina www.gazzettaufficiale.it

Sempre grazie alla Legge del Bilancio 2018 ci sarà anche il ripristino delle supplenze brevi e saltuarie per sostituire Assistenti Tecnici e Amministrativi che lavorano nelle scuole.

Infatti il Comma 602 dell’Articolo 1 (citato di seguito) prevede che ci siano nuove assunzioni per supplenze di breve periodo in sostituzione di Personale Assistente Amministrativo e Tecnico eventualmente assente.

“Le istituzioni scolastiche ed educative statali possono conferire incarichi per supplenze brevi e saltuarie ai sensi dell’articolo 1, comma 78, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, in sostituzione degli assistenti amministrativi e tecnici assenti, a decorrere dal trentesimo giorno di assenza, in deroga all’articolo 1, comma 332, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, nell’ambito del limite di spesa di cui all’articolo 1, comma 129, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, e successive modificazioni, a tal fine incrementato di 19,65 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2018.”

Le supplenze brevi e saltuarie si potranno impiegare solo per i tempi strettamente necessari ad assicurare il servizio scolastico e solo nel caso sia impossibile sostituire il personale assente con quello già in serviziopresso la scuola.

 

Vuoi ricevere i nuovi Bandi di Concorso comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di Concorsi-Pubblici.org